Modena, 8 giugno 2018 - «Sull’ipotesi di apertura di un Cpr a Modena voglio un confronto ed un protocollo». A scriverlo, rivolgendosi al neo ministro dell’Interno Matteo Salvini ed invitandolo a Modena, è il sindaco Gian Carlo Muzzarelli (del Pd).

«Siamo contrari a trasformare i Centri per il rimpatrio da luoghi di accoglienza e controllo a luoghi di pura e semplice detenzione violando i diritti umani. Invece – aggiunge il sindaco modenese - di recludere i migranti, il governo valuti il loro impiego in lavori di utilità sociale. Sul Cpr a Modena ribadiamo le richieste già fatte al precedente ministro, in termini di uomini aggiuntivi da dedicare alla struttura e all’ordine pubblico sul territorio, oltre che di criteri di gestione del nuovo Centro».