Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Paolo Gentiloni a Modena. "Qui patrimoni preziosi per l'Italia"

Il premier ha partecipato alla consegna dei lavori per la riqualificazione del sistema di mobilità dell'area nord

Ultimo aggiornamento il 20 gennaio 2018 alle 11:15
Il presidente Gentiloni in visita a Modena (foto Fiocchi)

Modena, 19 gennaio 2018 - "Le città italiane sono uno degli asset del territorio e della competitività italiana nel mondo e lo sono da qualche secolo. Fin dai tempi delle Repubbliche marinare, hanno sempre saputo parlare al mondo con la loro esperienza storica e culturale. Rappresentano quindi un patrimonio prezioso che ha bisogno sempre di essere accudito, assistito e ricucito". Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenuto al Pala Madiba di Modena in occasione della consegna dei lavori di uno dei primi interventi previsti con il 'Progetto Periferie. Ri-generazione e innovazione'. 

"Noi abbiamo dei territori meravigliosi - ha aggiunto - e in questi territori c’è un ruolo importante delle città, un patrimonio prezioso. Il bando periferie è un primo passo, poi realizzare le cose, portare a buon fine i bandi è il corpo a corpo quotidiano dei sindaci con le difficoltà, con la nostra burocrazia". Ha quindi rimarcato l’importanza fondamentale "di essere consapevoli" che "il patrimonio delle nostre città ha uno straordinario bisogno di qualità non di espansione. Una qualità che passa "da storia e sostenibilità ambientale per proiettarsi verso il futuro con progetti adeguati".

Il sindaco Giancarlo Muzzarelli lo ha invitato "ad aprire una nuova stagione per l’urbanistica e le politiche del territorio. Dobbiamo investire di più, molto di più sulla prevenzione, la sicurezza, l’ambiente e la qualità urbana. Modena c’è e sarà come sempre in prima linea, per lasciare alle future generazioni un territorio sicuro, una città più bella, un mondo migliore".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.