Dall’ultima volta a Salerno sono passati più di 10 anni, dall’ultima a Venezia addirittura 15. Va bene San Siro e va bene l’Olimpico, va bene il San Paolo e va bene l’Allianz, ma in questa stagione la Sassuolo neroverde ritrova stadi che non frequentava da lustri, ovvero l’Arechi, ‘casa’ della neopromossa Salernitana, e il ‘Penzo’, ovvero la ‘fortezza’ di Sant’Elena che il Venezia sta ristrutturando. A Salerno, dove il Sassuolo giocò la sua prima gara di serie B – 30 agosto 2008 - dopo averci vinto, tre mesi prima, la Supercoppa di C, l’ultima apparizione dei neroverdi risale al maggio 2010: finì 4-1 per un Sassuolo contro cui nulla potè nemmeno ‘Ciccio’ Caputo, ai tempi era il centravanti dei granata. Per ritrovare invece un Venezia-Sassuolo (si gioca a marzo 2022, sesta di ritorno) si va ancora più indietro, ovvero al 23 settembre del 2007, il Sassuolo (in panchina c’era Allegri, in mediana Magnanelli) perse 2-0, stesso punteggio con il quale aveva perso la stagione precedente.