Sassuolo, 14 giugno 2018 - Alla fine, la montagna ha partorito il topolino e, sbrigate le ultime formalità, il sito ufficiale della società neroverde ha dato conto, con nota invero stringata, dello sbarco di Roberto De Zerbi sulla panchina del Sassuolo che ha firmato un accordo biennale.

Sempre nel sito neroverde, la foto che ritrae il neotecnico tra Carnevali e Squinzi, che si dice abbia voluto a tutti i costi a Sassuolo l’ex allenatore del Benevento.

De Zerbi è il 13° allenatore dell’era Mapei, cominciata in C2 nel 2004/05, ed il quarto che siede sulla panchina del Sassuolo di serie A. Un curriculum non privo di alti e bassi – una retrocessione nel Darfo Boario e una la scorsa stagione a Benevento, una Coppa di C vinta e una finale playoff persa a Foggia, un altro esonero a Palermo – non hanno fatto cambiare idea alla dirigenza del Sassuolo, che già lo aveva cercato la scorsa stagione prima di scegliere Bucchi.

L’idea del Sassuolo è quella di riaprire un ciclo partendo da un’idea di gioco cui aderisca il credo tattico del Deze. Gioco e moduli offensivi, dinamismo abbinato alla qualità del palleggio, pressing alto, tagli e verticalizzazioni che, ai tempi di Foggia, fecero aleggiare sul tecnico bresciano l’ombra di Zeman. La stessa che, all’inizio della stagione 2012/13, benedisse l’arrivo in neroverde di Eusebio Di Francesco, tecnico con cui i paragoni si sprecheranno, anche per colpa di Squinzi.

«Con De Zerbi speriamo di ripetere la stessa storia vissuta con Di Francesco», ha detto il signor Mapei, che ha già dato mandato agli uomini mercato di allestire la squadra di conseguenza. Già:perché i neroverdi perderanno pezzi importanti in Politano, Berardi e Acerbi, ma sembrano pronti a rimpiazzarli. Con giovani emergenti (Djuricic, Guilherme, Brignola, Zaniolo, Di Francesco jr, Cataldi, Sprocati) ma non solo, se è vero, che la rete rilanciava ieri l’inserimento del Sassuolo nella trattativa che potrebbe riportare in Italia Simone Zaza, attualmente al Valencia, desideroso di riconquistare la nazionale. Fantacalcio? Vedremo…