L'esultanza del Sassuolo (Ansa)
L'esultanza del Sassuolo (Ansa)

Reggio Emilia, 22 settembre 2019 -  Se, a questo Sassuolo, gli si chiedeva una risposta dopo la batosta di Roma, eccola qui. Berardi e compagni passeggiano sulla Spal di Semplici nel lunch match di Serie A al Mapei Stadium di Reggio Emilia e dimenticano il pomeriggio capitolino in un batter d'occhio. Re di giornata Ciccio Caputo, autore di una doppietta e perfetto nell'inedita posizione di attaccante esterno, al fianco di Defrel e Berardi.

Succede davvero poco o nulla nei primi 20 minuti. Sassuolo e Spal si studiano, ci provano, ma senza mai troppa convinzione. Qualche giocata di Berardi, una cavalcata di Di Francesco ma nulla che possa rientrare nei tabellini. Poi, al 26', il lampo neroverde. Contropiede orchestrato in maniera perfetta da Obiang che verticalizza per Defrel: l'ex Roma si invola verso la porta di Berisha e serve Caputo che insacca facilmente all'angolino, è 1-0.

La squadra di De Zerbi non rischia, contiene una Spal con scarse idee offensive. Sul finire del primo tempo, al terzo minuto di recupero, i neroverdi trovano anche il raddoppio. Lancio in profondità di Duncan a cercare Berardi in area di rigore, la palla schizza dalle parti di Caputo che insacca all'incrocio di potenza e colleziona la sua personale doppietta.

La ripresa si apre con un episodio che, in tempi di Var, sta diventando sempre più usuale. Palla in verticale per Berardi che tenta di saltare Berisha, la sfera termina a Duncan che insacca tutto solo. Ma per il signor Mariani è necessario l'intervento el Var per capire se la posizione del centrocampista sia regolare o meno: la tecnologia impiega oltre 3 minuti per decretare il 3-0 neroverde.

Ora il Sassuolo è padrone assoluto del campo. Al 54' Caputo colpisce il palo di testa e sfiora la tripletta.Al 65' Consigli è miracoloso su un tocco di Murgia da pochissimi passi, ben servito con una sponda aerea da Petagna in area piccola. Dieci minuti più tardi è un tiro dal limite del neo entrato Magnanelli ad impensierire Berisha che nulla avrebbe potuto, ma la sfera termina di poco alta. Da qui in poi i neroverdi non fanno altro che controllare il match e portare la barca in porto.

Seconda vittoria consecutiva in casa dopo i 4 gol rifilati alla Sampdoria, mercoledì sera al Tardini di Parma sarà derby emiliano con i gialloblù di D'Aversa.

Sassuolo-Spal 3-0, il tabellino

Reti: 26' pt  e 47' pt Caputo, 2' st Duncan

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Peluso; Traorè (63' Magnanelli), Obiang, Duncan; Berardi, Caputo (72' Locatelli), Defrel (79' Boga). A disp.: Pegolo, Russo, Muldur, Raspadori, Romagna, Mazzitelli, Tripaldelli, Ghion, Kyriakopoulos. All.: De Zerbi

Spal (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic (76' Felipe); Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, D'Alessandro (25' Sala); Di Francesco (65' Floccari), Petagna. A disp.: Thiam, Letica, Igor, Valdifiori, Valoti, Moncinii, Reca, Paloschi, Jankovic. All.: Semplici

Arbitro: Mariani di Aprilia

Ammoniti: Traorè, Ferrari, Tomovic, Kurtic

Serie A, le partite di oggi e la classifica

Sassuolo-Spal, rivivi qui sotto la diretta della partita