Modena, 9 ottobre 2018 – Giovani, belle e sempre più protagoniste del Grande Fratello Vip 3. Le gemelle di Modena Silvia e Giulia Provvedi, in arte Le Donatella, sono state al centro della terza puntata del reality di Canale 5. In particolare sotto i riflettori è finita la mora Silvia Provvedi, ex di Fabrizio Corona. La conduttrice Ilary Blasi ha ripercorso la storia d’amore, ormai finita e bruscamente liquidata dall’ex re dei paparazzi (“non l’ho mai amata” aveva detto Corona in varie interviste), dando spazio alla versione della concorrente che negli ultimi giorni era apparsa particolarmente turbata. Davanti ad alcune fotografie e ritagli di giornale, la gemella mora è crollata in un lungo pianto.

“Ho rinunciato a tutto e tutti perché credo nell’amore e nei valori. Ma lui valori non ne ha” tuona la Provvedi senza mai fare il nome dell’ex fidanzato. “Ci ho creduto veramente nella nostra storia, poi quando è uscito dal carcere era un’altra persona” aggiunge la modenese che al momento della scarcerazione era l’unica persona presente. La turbolenta love story, andata avanti per circa tre anni tra alti e bassi, per la concorrente del Gf Vip è stata molto importante. “Il primo mese di reclusione sono stata malissimo, ho perso 10 kg” racconta con gli occhi lucidi.

Silvia Provvedi

“Le mi non sono lacrime d’amore ma di delusione” precisa la gemella che non vuole avere più niente a che fare con Corona. “Da quando non stiamo più insieme ho incontrato tante belle persone che spero di portarmi nel futuro della mia vita. Lui no, non farà più parte della mia vita, non abbiamo più niente da dirci” sostiene con decisione la Provvedi. Ma la sua è una ferita ancora aperta e, riprendendo alcune strofe della canzone ‘Oronero’ di Giorgia, la modenese chiude l’argomento Corona così: “Le parole sono armi e sanno fare male. Devi saperle usare”.

Se Silvia – molto sexy con un mini abito nero con scollo profondo – si porta dietro quest’ombra triste, la bionda Giulia è un vulcano di energia e spensieratezza. Ma le manca il suo fidanzato, Pierluigi Gollini, portiere dell’Atalanta. Così, in confessionale, durante le nomination, la bionda vestita di rosso e nero, lancia il suo appello: “Amore ma un aeroplanino me lo mandi?” riferendosi alle dediche aeree che tutti gli anni arrivano sopra la Casa più spiata d’Italia.

GRANDEFRATELLO_34160198_144120