Matteo Camellini (Lapresse)
Matteo Camellini (Lapresse)

Modena, 23 maggio 2019 – Matteo Camellini prosegue l’avventura a The Voice of Italy 2019. Il 24enne che vive a Sassuolo, in provincia di Modena, e insegna inglese e musica in vari istituti scolastici, è ufficialmente uno ei ‘best six’ del Team Morgan. Il talento, scelto dall’ex Bluvertigo, durante la prima Blind Audition dello show condotto da Simona Ventura, è approdato alle Battle che andranno in onda martedì 28 maggio (in prima serata su Raidue).

Nella quinta puntata, i quattro coach – Morgan, Elettra Lamborghini, Gigi D’Alessio e Gué Pequeno – hanno chiuso i team arrivando a 14 concorrenti ciascuno. Poi, però, hanno dovuto ridurre le squadre a soli 6 cantanti. Morgan ha fatto cantare un brano a scelta ai suoi 14 papabili concorrenti e poi ha fatto una scelta da dentro o fuori. E l’emiliano Camellini è entrato tra i sei ragazzi che Marco Castoldi farà gareggiare alle Battle.

Le doti vocali dell’insegnante di Sassuolo sono indubbie e la sua passione per la musica è una questione di famiglia. La madre Claudia (venuta a mancare quando Camellini aveva appena 9 anni) era un soprano e il padre Claudio, da giovane, ha lavorato in una radio locale e fu uno dei primi a trasmettere canzoni straniere. E, a proposito di testi stranieri, la cover di ‘There’s Nothing Holdin’ Me Back’ di Shawn Mendes con cui Camellini ha conquistato Morgan spopola su YouTube: oltre 517mila visualizzazioni in meno di un mese.