Modena, 22 novembre 2017 - Centinaia di telefonate da tutta Italia, pioggia di offerte superiori anche il doppio rispetto al prezzo fissato, ripetuti tentativi di ‘corruzione’ dei venditori, previsioni di lunghe code la notte prima del giorno della vendita. Ha scatenato un putiferio l’annuncio sulla pagina online di ‘Mercatino franchising - Modena’ in cui il proprietario ufficializza l’intenzione di voler cedere "il pianoforte di marca Bechstein sul quale un giovanissimo Vasco Rossi ha imparato a cantare e suonare le prime note".

"Siamo assediati da appassionati e collezionisti che chiedono informazioni o vogliono subito comprare lo strumento musicale. E non è affatto semplice convincerli che non è possibile farlo perchè il primo giorno utile è giovedì mattina", allarga le braccia la titolare del negozio Donatella D’Arielli. Le richieste "arrivano da ogni parte d’Italia - rivela -: dalla Val d’Aosta alla Sicilia tutti sono contagiati dalla ‘Vasco mania’. È davvero incredibile vedere quanto il rocker di Zocca sia amato. E quante follie sono disposti a fare per accaparrarsi il pianoforte con il quale ha iniziato a conquistare il mondo della musica".

VASCOCONCERTOFOTO_23841891_213514

Lo striumento apparteneva alla maestra Augusta Bononcini che ha insegnato canto, pianoforte e fisarmonica a Modena dagli anni ‘50 agli anni ‘90. Vasco l’ha ricordata nel film ‘Questa storia qua’ e alla vigilia del Modena Park. Il maestro d’orchestra Antonio Bononcini, fratello della donna, ha composto per il tredicenne Vasco la canzone ‘Come nelle fiabe’, brano con il quale ha partecipato e vinto il concorso ‘L’usignolo d’oro’ nel 1965 al Teatro Comunale.

L’attuale proprietario - "una familiare della maestra" - per testimoniare che lo strumento è davvero quello usato dal rocker consegnerà al compratore anche una fotografia che ritrae un giovanissimo Vasco vicino al pianoforte. Sul retro ci sono la dedica e naturalmente l’autografo. E quel pianoforte porta davvero fortuna se si pensa che su quei tasti hanno imparato a cantare e suonare anche Caterina Caselli e Maurizio Vandelli.

"È un oggetto unico per l’incredibile storia che racchiude - sottolinea la titolare -. Le sue condizioni sono ottime e il prezzo di 6mila 200 euro fissato è congruo al suo effettivo valore". Pur di aggiudicarselo, in tanti sono disposti a spendere molto di più: "Sono arrivate offerte da capogiro, anche il doppio del prezzo. Ma non sono ammesse aste. Così come non sono ammessi i tentativi di ‘corruzione’ arrivati nelle scorse ore. C’è chi infatti ci ha garantito percentuali pur di avere la garanzia di portarselo a casa...".

Domani alle 10 il Mercatino aprirà i battenti e solo in quel momento sarà possibile aggiudicarsi il pianoforte: "Visto quanto accaduto nelle scorse ore, ci aspettiamo di tutto. Fin troppo facile prevedere le code dei compratori in attesa dell’apertura e i tentativi di rilanciare sul prezzo per strapparlo immediatamente a chi se lo aggiudica". Chiunque sarà il fortunato, "non potrà comunque averlo prima di sabato sera. Vogliamo dare a tutti gli appassionati l’occasione di vederlo almeno una volta prima che torni a essere gelosamente custodito tra le mura domestiche".

AGGIORNAMENTO Ecco chi l'ha comprato

Il primo dicembre esce il film sul Modena Park - Vasco incontra Teresa malata di tumore: "Eccomi qua"

ANSA