Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

"A Napoli per ripeterci, possiamo giocarcela"

Dionisi non nasconde il rammarico dopo il ko interno contro la Juve: "Ma con una prestazione simile tutto è possibile". Si ferma Traorè

Traorè si è fermato durante la rifinitura, non sarà della partita
Traorè si è fermato durante la rifinitura, non sarà della partita
Traorè si è fermato durante la rifinitura, non sarà della partita

di Stefano Fogliani

SASSUOLO

L’obiettivo resta quello, per Alessio Dionisi, ovvero quei 50 punti dei quali parlò per la prima volta a fine marzo, quando si capiva che l’eurorincorsa, cui peraltro il tecnico non ha mai pensato troppo, fosse impraticabile. Ma siccome per raggiungerlo al Sassuolo mancano 4 punti e di gare a fine stagione ne mancano altrettante, un obiettivo più immediato, e l’allenatore del Sassuolo lo fa capire bene, è riprendersi il maltolto. Ovvero quello che i neroverdi avrebbero meritato contro al Juventus, "gara interpretata benissimo da parte nostra – dice Dionisi – ma il cui esito ci ha lasciato grande amarezza e più di un rammarico. Siccome però a me piace guardare avanti, conto su un’altra prestazione all’altezza a Napoli, e sono sicuro che se ci ripeteremo potremo fare un risultato positivo anche al Maradona". Poi è vero che "il Napoli, come noi, è reduce da una sconfitta e – aggiunge Dionisi – vorrà rifarsi subito", che "giochiamo in un grande stadio contro un grande avversario", ma il Sassuolo il Napoli lo ha già fermato all’andata (solo il var salvò la squadra di Spalletti da una sconfitta) e, spiega il tecnico neroverde, "ha comunque le sue armi da far valere: diciamo che non mancheranno le difficoltà, vista la caratura della squadra di Spalletti, ma non mancheranno nemmeno gli stimoli". Del resto, due battute d’arresto consecutive (e ‘solo’ tre punti nelle ultime quattro partite) impongono al Sassuolo "di ricominciare a muovere la classifica, per mantenere e migliorare una posizione che a inizio stagione non era scontata avremmo raggiunto: stiamo abbastanza bene, anche se contro la Juventus abbiamo speso molto, e non vogliamo accontentarci, ma chiudere la stagione al meglio". Kyriakopulos squalificato allunga la lista delle assenze che comprende già Toljan, Harroui, Obiang e Romagna, e ai quali la vigilia aggiunge Traorè, fermatosi nel corso della rifinitura e non convocato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?