Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Armin Caselli chiude terzo a Zola Predosa, bene Luca Spezzani tra gli allievi

Weekend senza successi per il ciclismo modenese dopo la bella piazza d’onore di Rachele Barbieri (nella foto) in Belgio è stato il modenese Armin Caselli a salire sul terzo gradino del podio nella classica bolognese per allievi con partenza ed arrivo a Zola Predosa. La corsa felsinea si è conclusa con uno sprint di una quindicina di atleti che si sono raggruppati a 500 metri dall’arrivo con uno sprint vinto dal piacentino Florian Zambianchi (Pontenure) davanti a Riccardo Frontini (Bordighera) e ad Armin Caselli (Ceretolese), cresciuto nelle giovanili del Maranello mentre il plurivittorioso carpigiano Franco Cazzarò ha concluso al nono posto. Si è fermato ai piedi del podio tra gli esordienti del 1° anno in quel di Igea Marina Marcello Pelloni (Ciclistica Maranello) al termine di uno sprint del gruppo compatto con vittoria del marchigiano Fiorini sui conterranei Tommaso e Filippo Cingolani, mentre tra gli esordienti del 2° anno nessun modenese è terminato nella top ten. Nella Cesenatico-S.Angelo di Gatteo Coppa Grandi per juniores buona prova di Luca Paletti (Team Cicli Paletti) che ha concluso al 5° posto con vittoria del piemontese Alessandro Perracchione. A Pietro in Cariano (Vr) tra gli allievi, positiva prova del modenese Luca Spezzani (Strabici) che ha concluso al 7°. Il Giro d’Italia ha concluso le prime tre tappe in Ungheria con uno sprint del gruppo a ranghi compatti con vittoria di Cavendish con i modenesi Giovanni Aleotti e Luca Covili che hanno concluso nel gruppone. Oggi la corsa rosa si trasferirà in Sicilia e domani è prevista la tappa con arrivo sull’Etna. Il finalese Aleotti si è ben difeso nella tappa a cronometro, mentre il pavullese Covili ha superato indenne la cronometro, suo vero tallone d’Achille. Sull’Etna Covili si era messo in bella evidenza nel Giro di Sicilia e spera di ripetersi mentre Aleotti dopo i malanni di inizio stagione sta migliorando di giorno in giorno.

Andrea Giusti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?