Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
4 giu 2022

Cavezzo-Accorsi è addio e Cantaroni lascia

La rottura dl rapporto tra la società ed il direttore sportivo ha portato ad una accelerata nella decisione del mister di andarsene

4 giu 2022
davide setti
Sport
Giuliano Accorsi, a destra, insieme all’allora mister del Carpi Fabrizio Castori
Giuliano Accorsi, a destra, insieme all’allora mister del Carpi Fabrizio Castori
Giuliano Accorsi, a destra, insieme all’allora mister del Carpi Fabrizio Castori
Giuliano Accorsi, a destra, insieme all’allora mister del Carpi Fabrizio Castori
Giuliano Accorsi, a destra, insieme all’allora mister del Carpi Fabrizio Castori
Giuliano Accorsi, a destra, insieme all’allora mister del Carpi Fabrizio Castori

di Davide Setti

Lo avevamo anticipato martedì e ora è ufficiale: Roberto Cantaroni non è più l’allenatore del Cavezzo, appena portato al punto più alto della sua storia con la finale playoff di Promozione vinta domenica scorsa sul campo del Ganaceto. Le divergenze di vedute maturate negli ultimi mesi non sono state sanate e ieri c’è stato l’addio (anche col vice Fini), col tecnico che è papabile ora anche per la panchina vacante del Castelfranco.

Una decisione quella di Cantaroni di non restare accelerata da quella della società di chiudere a sorpresa ieri mattina il rapporto col ds Giuliano Accorsi (nella foto con l’allora allenatore del Carpi Fabrizio Castori) dopo 5 anni di collaborazione. "Il presidente mi ha chiamato al telefono – spiega Accorsi, già allenatore del settore giovanile del Carpi – e mi ha detto che la piazza gli ha chiesto la mia testa. Sono stupito ma il calcio è questo e non c’è meritocrazia né riconoscenza verso le persone. Lascio una società sana da vincente, che avrebbe titolo per fare l’Eccellenza se ci fossero i ripescaggi, con alcuni giovani in rappresentativa e la Juniores che ha chiuso sesta nei regionali". Intanto sui giocatori cavezzesi ci sono molte richieste: la Sanmichelese punta su Schiuma, Marverti (che è del Formigine) e Gualdi, la Cdr Mutina vuole Sentieri e Algeri, mentre El Madi è diretto a Camposanto. Per correttezza, col Sant’Anna impegnato nei playoff di Seconda, non avevamo raccontato il futuro del club che si trasferisce con la dirigenza all’Atletico Spm: il nuovo ds sancesariese è dunque Simone Gardosi, il mister Valerio Bartolini, mentre resta alla finestra il dg Pietro Bernardi, uno dei fondatori del progetto Spm, che potrebbe anche restare.

In Prima il Montembraro attende che si liberino due posti per il ripescaggio e intanto ha confermato mister Brunetti, mentre dopo alcuni contati è sfumata la possibile unione col Valsa Savignano. Rinnovato per l’ennesima stagione l’accordo fra mister Filippo Fanton e il Ravarino, mentre allo United Carpi ci sono i nomi di Simone Lodi (ex San Felice) e Bruno Prandi (ex V. Correggio) fra i papabili per il post Borghi. Il San Damaso ha scelto Gianluca Zanotti (ex Castelnuovo, Vignolese e Maranello) per la panchina. Il Maranello ha confermato in attacco Aldi Shpijati. In Seconda prende corpo il nuovo ambizioso progetto già raccontato della Fortitudo Modena, con l’arrivo dalla Cdr Mutina del dt Mirko Ferrari e del ds Luca Reggiani per costruire una squadra da vertice. Alla Folgore Mirandola potrebbe arrivare in panchina Rampani, accostato alla Quarantolese ma impossibilitato ad allenare in Promozione perché senza l’abilitazione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?