Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

"Due trofei conquistati all’esordio, è stato un percorso bellissimo"

Il presidente Rivetti: "Ghirelli ha detto che è stufo di premiarmi". Tesser: "Subito al lavoro per la B"

BOLZANO

Estasi canarina. Non c’è che dire, la ciliegina sulla torta di Bolzano sa di ’doblete’ ed è questo il finale più bello che potesse verificarsi. Esiste un solo sentimento: gioia. E la esprime tutta il presidente Carlo Rivetti il quale lo aveva pure pronosticato, al ’Druso’ si andava per vincere: "O ho una fortuna pazzesca, oppure sono bravo ad azzeccare i pronostici – ha scherzato il numero uno – l’importante era fare una bella figura e l’abbiamo fatta. Abbiamo giocato una ottima partita, ho fatto i complimenti ai giocatori del Sudtirol. Abbiamo ricevuto un’accoglienza meravigliosa, in mattinata siamo stati invitati a visitare il loro splendido centro sportivo e sono stati tutti molto gentili. Ghirelli mi ha detto che è stufo di premiarmi, sono il presidente più vincente della storia al primo anno con due titoli, è una grandissima soddisfazione forse inattesa. Ero convinto avessimo festeggiato un po’ troppo, avevo grande rispetto del Sudtirol ma siamo stati bravi anche noi. Primo tempo non perfetto, secondo veramente positivo. Quest’anno è successo tutto e il contrario di tutto, è stato bellissimo. Adesso viene il difficile, speriamo sia anche bello".

Doppia medaglia al collo con orgoglio anche per Attilio Tesser: "Non era semplice venire a vincere qui, ci siamo stati con l’atteggiamento e faccio un plauso a questi ragazzi ancora una volta – ha detto il tecnico – sono felice per la proprietà e per la gente che ci segue. L’obiettivo era il campionato, la Supercoppa è stata una bella soddisfazione. Abbiamo vinto con merito, chi è entrato ha fatto benissimo la sua parte, nel primo tempo abbiamo subito il palo e nella ripresa siamo cresciuti, è stata una bella partita per essere a fine stagione. La cosa che mi è piaciuta è che la squadra ha mostrato di avere ancora fame di vincere. È una felicità per tutti, fa parte del bel movimento che da ottobre abbiamo messo in moto". Qualche giorno di riposo ma il futuro è alle porte e la programmazione pure: "Al prossimo campionato ci penseremo – ha concluso – ma per la prima volta dopo una partita non penso a quella dopo. Adesso è tempo di recuperare e riposare. Non vi nego, però, che lunedì – domani ndr – sarò già insieme a Vaira per iniziare a preparare la prossima stagione".

Alessandro Troncone

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?