Quotidiano Nazionale logo
21 mar 2022

Green Warriors, i playoff sorridono Albese battuta dopo l’avvio incerto

La squadra di Venco perde malamente il primo set, ma poi rimonta con una Gardini grande protagonista

Elena Rolando
Elena Rolando
Elena Rolando

sassuolo

3

albese

1

(1525 2517 2515 2510)

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Busolini 5, Balboni 4, Gardini 29, Civitico 7, Rasinska 19, Moneta 8, Rolando (L1), Zojzi, n.e. Mammini, Colli (L2), Cantaluppi, Fornari, Semprini Cesari 2; all.: Venco.

TECNOTEAM ALBESE: Zanotto 8, Gallizioli 9, Cialfi 3, Nardo 10, Veneriano 4, Oikonomidou 1, De Nardi (L), Baldi 6, Pinto 2, n.e. Scurzoni, Bocchino, Ghezzi; all.: Mucciolo.

Arbitri: Pasin (Borgaro tor.TO) – Pristera Rachela (RobassomeroTO).

Note: Durata set 22’ 24’ 24’ 20’ per un totale di 101’, Sassuolo 72 su 90 (BS 17, Vinc 8, Muri 7, 2^L 13, EP 9), Albese 41 su 67 (BS 7, Vinc 8, Muri 2, 2^L 5, EP 11).

SASSUOLO

Partono benissimo i playoff promozione per la Green Warriors Sassuolo, che sfrutta la possibilità offerta dall’inversione delle due gare, prendendosi una vittoria che permette di sognare: il risultato non si discute, ma il primo set perso così malamente, ed i 28 punti regalati su errori in battuta o di gioco, non faranno dormire sonni del tutto tranquilli a Maurizio Venco, in vista di una gara di ’andata’, in programma mercoledì prossimo, che si annuncia delicatissima su entrambi i fronti. Va detto però, che a parte appunto il primo, disastroso set, la Green Warriors ha successivamente meritato una vittoria piena, frutto di un attacco esplosivo con Gardini e Rasinska immarcabili, ma anche di una ricezione molto efficace, dove ha innegabilmente brillato il libero Elena Rolando (foto), autrice probabilmente della miglior prestazione stagionale proprio contro le sue ex-compagne di squadra. Sassuolo si presenta in campo con la formazione titolare, ma subisce la battuta chirurgica delle lombarde, che mettono in crisi Moneta, ed una Balboni in verità poco lucida: le padrone di casa reggono un po’, poi Gallizioli al servizio apre una voragine, che le neroverdi non riescono più a colmare, dando adito a molti dubbi sul prosieguo della gara. La furia giallonera dura qualche battuta anche in avvio di secondo set, poi sale in cattedra Beatrice Gardini (sette punti consecutivi). Albese perde il filo e soprattutto non riesce più a tenere a muro gli attacchi sassolesi.

Riccardo Cavazzoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?