Quotidiano Nazionale logo
28 mar 2022

Il Modena deve ritrovare il sorriso in casa

Stasera con l’Ancona-Matelica del capocannoniere Rolfini (16 reti per lui), trend da invertire dopo le gare con Olbia e Siena.

Azzi verrà riproposto sulla sinistra
Azzi verrà riproposto sulla sinistra
Azzi verrà riproposto sulla sinistra

Il campo e il calcio giocato si riprendono, finalmente, la scena. Terminata una lunghissima settimana che si è tenuta con sé fin troppe polemiche, il "Braglia" riaccende i riflettori per i 6.000 che questa sera popoleranno gli spalti, dei queli oltre 200 in arrivo da Ancona. Contesto perfetto innanzitutto per rispondere al pokerissimo della Reggiana sull’Imolese di ieri e, non meno importante, per invertire un trend casalingo che si è impantanato a causa della sconfitta con l’Olbia e del pari con il Siena. Il tutto, senza sottovalutare un avversario non banale, quarto miglior attacco del girone e che può vantare nel proprio roster il capocannoniere del torneo ovvero Alex Rolfini a quota 16 reti. E non è il solo ad aver trovato l’annata perfetta dal punto di vista personale. Oltre a Rolfini, anche Faggioli (12) e il modenese Sereni (10) hanno raggiunto la doppia cifra e questo la dice lunga sul potenziale offensivo dei marchigiani. Chiede un Modena che si avvicini il più possibile a quello di Pesaro, Attilio Tesser. E, per questo motivo, vedremo quasi certamente pochissimi cambi se non un paio, forzati. Il primo riguarda l’out di destra dove mancherà lo squalificato Ciofani e Ponsi, impegnato con la Nazionale Under 20, e potrebbe toccare a Oukhadda con il ritorno di Azzi sulla sinistra. Fondamentale la presenza di Armellino e Scarsella, proprio per aiutare in fase difensiva i due terzini propensi all’attacco, sulla trequarti fantasia affidata a Tremolada e Mosti pronti ad ispirare bomber Minesso. Ogunseye non sta benissimo ma rientra fra i convocati, unico assente per infortunio è il solito Marotta. Se vincere a Pesaro ha permesso ai canarini di fare un passo prezioso, vincere stasera permetterebbe di mantenere i 5 punti di vantaggio e a 4 giornate dal termine, beh, l’aritmetica diventerebbe alleato interessante.

Alessandro Troncone

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?