ALESSANDRO BEDONI
Sport

Il Modena viaggia alla stessa velocità. Ma con questa media playoff vicini

La squadra di Tesser ha rallentato nel finale di campionato, se quella attuale resiste l’obiettivo è plausibile

Il Modena viaggia alla stessa velocità. Ma con questa media playoff vicini

Il Modena viaggia alla stessa velocità. Ma con questa media playoff vicini

Un sostanziale equilibrio. Questa è la considerazione da fare se si mettono a confronto, dopo 24 partite di campionato, il Modena di Paolo Bianco e quello di Attilio Tesser. Infatti, in questi due primi campionati dei gialli in Serie B dopo la rinascita seguita alle note vicende del fallimento del 2017, i numeri della quinta giornata di ritorno ci indicano che il rendimento, a un anno di distanza, è in linea con le ambizioni playoff.

Lo scorso campionato la post season alla fine non fu centrata, ma a metà febbraio 2023 i canarini erano, come lo sono oggi, all’ottavo posto in graduatoria. Anche il numero di punti conquistati, 34, erano in linea con i 33 di oggi, anche se conquistati in modo differente. Il Modena di Tesser pareggiava poco (quattro match ’nulli’), vinceva tanto, 10 partite, ma ne aveva perse altrettante. Più equilibrata la formazione di Bianco, con tre risultati utili in più (17 su 24 gare), con otto successi, nove pareggi e sette sconfitte, tre in meno di un anno fa. Riguardo alle reti, sicuramente più prolifico il Modena di un anno fa, 35 reti segnate contro le 28 di oggi, ma leggermente più fragile in difesa, 32 gol contro 31. Al di là del piazzamento attuale, come detto identico a quello di un anno fa, c’è da considerare che, se il Modena 2022/2023, pur avendo un punto in più di quello di oggi aveva un vantaggio sulla zona calda della classifica (guardare anche nell specchietto retrovisore male non fa...) di 8 punti, contro gli 11 di oggi. Questo anche perchè le squadre che occupano gli ultimi cinque posti in graduatoria al momento viaggiano decisamente più lente rispetto a chi era in fondo un anno fa. Utile ricordare che le ultime cinque dello scorso campionato furono poi quelle che retrocessero o disputarono i playout.

Futuro. Lo scorso anno l’ottava classificata, il Venezia, centrò i playoff a quota 49, il Modena si fermò a 48. Un dato che ci dice che la truppa di Tesser, nelle ultime quattordici giornate della stagione regolare, passò da 1,47 a un solo punto a partita di media. Oggi il Modena di Bianco viaggia a una media di 1,37: se questo risultato fosse confermato da qui alla fine, si avrebbe una proiezione di 52 punti. Non una certezza matematica di entrare nelle prime otto, ma sicuramente buone probabilità. Il tutto nell’ottica, e questo si sa da sempre, che nell’ultimo terzo di campionato le partite sono inevitabilmente più difficili e che i punti, rispetto all’inizio, sono dal peso specifico più pesante visto che ogni squadra lotta per il suo obiettivo e che, soprattutto in questo campionato, al momento non è ipotizzabile alcun verdetto. Diciamo quindi che una ventina di punti da qui alla fine potrebbero essere sufficienti per l’obiettivo di migliorare un anno fa. Almeno sulla carta, vedremo se sarà così anche sul terreno di gioco.