Quotidiano Nazionale logo
24 mar 2022

Jack e i big corteggiati "Ma non partiranno tutti"

L’addio di Dybala alla Juve potrebbe avere effetti sul futuro della rosa di Dionisi. Carnevali spiega: "Escludo che andremo a privarci di quattro o più giocatori"

Raspadori è uno dei giocatori più ambiti di questo Sassuolo
Raspadori è uno dei giocatori più ambiti di questo Sassuolo
Raspadori è uno dei giocatori più ambiti di questo Sassuolo

di Stefano Fogliani

SASSUOLO

In attesa di capire se, eventualmente, dentro l’azzurro brillerà anche un po’ del neroverde di Berardi, Scamacca e Raspadori, non sfugge come questa ultima pausa stagionale del campionato metta per l’ennesima volta in vetrina ‘la meglio gioventù’ del Sassuolo, e registra rumors assortiti a proposito della gioielleria di via Giorgio Squinzi. L’ultimo, di rumors, riguarda Raspadori, cui la Juventus starebbe pensando per il dopo-Dybala: vero che i bianconeri puntano anche Zaniolo, ed ecco anche i giallorossi, nel caso, sulle tracce di ‘Jack’, mica l’unico chiacchierato nel corso di questa pausa. Di Berardi si sa, con Napoli e Milan pronti all’affondo, come si sa di Frattesi e Scamacca e delle lusinghe interiste, "ma abbiamo grandi individualità in rosa, e ci metto anche Traore, ma escludo che ci andremo a privare di quattro o cinque giocatori". I paletti, ferma l’ovvia premessa ("può succedere di tutto") li mette l’amministratore delegato Giovanni Carnevali, che a Sky ribadisce da una parte la necessità di "far quadrare i conti", dall’altra dice che "non abbiamo necessità di cedere e non vogliamo snaturare l’ossatura, visto che abbiamo un progetto che dura da tanto e sta dando risultati". Qualcuno, insomma, partirà, come è partito l’estate scorsa, ma il prossimo Sassuolo, come quello delle ultime stagioni, qualcosa sacrificherà al bilancio, certo, ma non ambizioni cui Carnevali non rinuncia. "Siamo aperti a parlare con tutti, le richieste ci sono, ma bisogna attribuire il giusto valore ai giocatori", spiega infatti, non senza aggiungere che "avere tanti giocatori forti è un problema, è complicato, ma magari – conclude – alzeremo l’asticella anche noi".

Dal campo. Dopo i quattro giorni di riposo concessi loro, i neroverdi hanno ricominciato a lavorare, al Mapei Football Center, in vista della gara di sabato 2 aprile contro la Lazio. Assenti i nazionali, hanno lavorato a parte Rogerio e Traore. Oggi seduta pomeridiana.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?