Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

"La storia di ‘Sali & Tabacchi’? Ci siamo solo messi a ridere"

Ora se ne può parlare decisamente a mente libera e scherzandoci su, anche se già all’epoca il silenzio del Modena intorno ad una notizia mai confermata e apparsa una di quelle cose che si chiamano "bufale", fu segnale abbastanza chiaro. Ricorderete, subito dopo la sconfitta casalinga con l’Olbia del 6 marzo, girò voce di una scampagnata di 4 calciatori canarini al noto locale reggiano "Sali&Tabacchi". La voce creò naturalmente scalpore, tanto da pensare che uno dei motivi della sconfitta fosse proprio da collegare al colpo di testa di Pergreffi, Minesso, Azzi e Armellino, questi i giocatori nell’occhio della critica e raffigurati anche in una foto meme apparsa sui social: "Una roba veramente pazzesca - aveva commentato Vaira (foto) a "Barba&Capelli" - era montata su questa cosa ma noi ci siamo messi a ridere. Nello spogliatoio avevamo affisso un fotomontaggio con la faccia dei 4 ragazzi in stile ‘Una notte da leoni’, sono stati straordinari. Ne abbiamo parlato un minuto nello spogliatoio, tanto per farvi capire quanto fossimo sicuri che le voci erano davvero troppe fuori. Probabilmente, chi ha messo in giro queste voci, ad arte, pensava di poter destabilizzare l’ambiente Modena, sperava di farci un danno. In realtà, tutto questo non ha fatto altro che unirci ancora di più. Più la gente parlava, più noi ci caricavamo". In trasmissione, gli aveva fatto eco anche Tremolada: "Ha fatto tutto molto ridere, hanno beccato tra l’altro persone che mai avrebbero fatto serata. Hanno provato in tutti i modi a destabilizzarci, noi siamo stati bravi a compattarci ancora di più e l’abbiamo superata come un gruppo e una squadra devono fare"

a.t.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?