Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

"Le provocazioni da Reggio non ci toccano"

"Continuano a mettere il becco in casa nostra, non ultime le dichiarazioni sui nostri prossimi avversari. E’ ormai il trend dell’anno"

Davide Vaira in tribuna a Gubbio cerca di sostenere la sua squadra
Davide Vaira in tribuna a Gubbio cerca di sostenere la sua squadra
Davide Vaira in tribuna a Gubbio cerca di sostenere la sua squadra

"Le polemiche da Reggio? Non ci infanstidicono, abbiamo capito essere il trend dell’anno". Mai, per una scelta coerente e ben precisa, il Modena aveva dato importanza o peso alle dichiarazioni che giungevano dalle scrivanie di Reggio Emilia.

Eppure, di frecciate ne sono arrivate parecche. Dai complotti, presunti, alla fortuna "sfacciata" di Tesser fino alle ultime parole dell’attaccante granata Rosafio il quale spera che il Pontedera "faccia quel che deve".

E allora, seppur pacata, il direttore sportivo Davide Vaira sceglie di rispondere e di puntualizzare così.

"Noi pensiamo e abbiamo sempre pensato ai fatti di casa nostra – ha precisato – gli altri, invece, continuano a mettere il becco sulle faccende che riguardano noi, non ultime quelle riguardanti pure i nostri avversari.

Personalmente, e anche a nome della società, tutto questo ci lascia indifferenti.

Abbiamo uno stile, lo abbiamo mantenuto sin dall’inizio della stagione e non lo perdiamo certo adesso, a prescindere da quel che accadrà sabato.

Mi sento di dire che sia una mancanza di rispetto nei confronti del Pontedera, dell’allenatore e dei giocatori, nei confronti di una società che ha sempre lavorato bene e valorizzato i ragazzi. Come giusto che sia verrà qui a giocarsi la partita, non ha bisogno di inviti particolari. Noi non chiediamo al Teramo di fare la sua partita, sono sicuro che lo farà per provare a chiudere bene il suo campionato, ho troppo rispetto del Teramo per fare certe dichiarazioni.

Noi continuiamo a non commentare quello che dicono e fanno gli altri, andiamo dritti per la nostra strada e ci prepariamo alla partita di sabato pensando solamente ai fatti di casa nostra. Punto".

E a proposito di campo, dopo Gubbio il Modena si trova di fronte alla partita decisiva:

"Ma non abbiamo sciupato nulla nelle ultime partite – ha continuato Vaira – questi ragazzi hanno fatto un percorso straordinario. A livello di punti siamo andati anche oltre le mie aspettative, avevo detto che nel girone di ritorno la media si sarebbe abbassata e così non è stato. Ci siamo costruiti l’opportunità di giocarci il campionato davanti al nostro pubblico grazie alla nostra bravura, faticando ogni partita perchè tutti mettono quel qualcosa in più contro il Modena. Come ha detto il mister, avremmo firmato per arrivare a questo punto e con questa situazione di classifica. È una settimana bellissima, la viviamo con gioia e felicità, sarà emozionante vivere una una giornata come quella di sabato. Giocheremo con la città, a lei vorremmo regalare un sogno e ce la metteremo tutta".

Lo stesso Vaira, nella sua precedente esperienza senese, aveva sì giocato una finale playoff ma mai vissuto un’esperienza tale: "Quello che sto provando ora è il piacere di un momento del genere – ha concluso – quando uno si immagina di fare questo lavoro, immaginare sensazioni e momenti simili.

Come la prepariamo?

Come sempre, facendo le cose che abbiamo sempre fatto. Non caricando troppo la partita, siamo già piuttosto consapevoli dell’importanza della gara. Dobbiamo fare in modo di andare via da questa categoria, ho tanta fiducia nel mister e nei ragazzi, nei momenti decisivi hanno sempre dimostrato di esserci. Oggi, tutto il Modena è concentrato solo ed esclusivamente sul Pontedera".

Alessandro Troncone

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?