Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

Leo Shoes, vincere per guadagnarsi la finale

Oggi pomeriggio Modena affronta la Sir in gara 4 con Leal in più. Qualche dubbio su Aziz provato dal match a Perugia

Leal oggi al rientro dopo le due giornate di squalifica
Leal oggi al rientro dopo le due giornate di squalifica
Leal oggi al rientro dopo le due giornate di squalifica

L’ultima volta che il Modena Calcio centrò la promozione dalla serie C alla serie B, nel 2001, Andrea Giani era un pilastro in campo di una Daytona che avrebbe conquistato lo scudetto l’anno successivo, quello della promozione in serie A della formazione di De Biasi. Con queste premesse oggi la Leo Shoes PerkinElmer cercherà di completare il weekend perfetto dello sport cittadino, assaltando la finale scudetto a sei anni dall’ultima volta, quando raggiungere l’atto conclusivo significò vincere il tricolore. Era il 2016. Tanti di quei protagonisti sono oggi in campo, ancora, ritornati dopo anni di esilio e pronti a muovere l’ultimo passo contro una Sir Safety Perugia ferita dalla rimonta subita in gara 3 ma non ancora, ovviamente, al tappeto. Earvin Ngapeth, Bruno Rezende e Salvatore Rossini c’erano sei stagioni fa e ci sono oggi ma soprattutto coach Giani ritrova in campo Yoandy Leal, lo schiacciatore squalificato per gara 2 e gara 3 che potrà rientrare, fresco di energie fisiche e mentali, per assottigliare un gap fisico evidente tra le due formazioni ma che non ha impedito al cuore dei geminiani di portarsi avanti 2-1 nella serie vincendo il tie-break del PalaBarton mercoledì scorso. Come si schiereranno i gialloblù? Facile preventivare che nonostante l’eccellente prestazioni di quattro giorni fa Van Garderen si riaccomodi in panchina, mentre l’unica preoccupazione è quella del pieno recupero di un Nimir Abdel Aziz che per schiacciare 39 palloni a terra e condurre i suoi al successo ha lasciato ogni goccia di sudore sul taraflex umbro. Bruno-Abdel Aziz in diagonale principale allora, Ngapeth e Leal alle ali, Stankovic e Mazzone al centro con Rossini libero a lasciar spazio a Gollini per la fase di difesa. Perugia, chiamata a raccolta da Grbic, non derogherà dalla formazione tipo: Giannelli-Rychlicki, Anderson-Leon, Solé-Ricci e Colaci libero. Il PalaPanini? Sarà tutto esaurito coi 2500 biglietti disponibili venduti in prevendita che si andranno ad aggiungere ad altrettanti abbonati: una bolgia che servirà ancora di più a spingere Bruno e soci. Fischio iniziale affidato a Zavater e Zanussi alle ore 18, diretta tv in streaming su Volleyballworld.tv e radio sulle frequenze analogiche e digitali di Radio Pico e su Unovolley. Contemporaneamente anche Trento si gioca il secondo match point per la finale, in casa contro la Lube.

Alessandro Trebbi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?