Quotidiano Nazionale logo
21 mar 2022

Leo Shoes, vittoria con il ’solito’ blackout

Contro il Padova i gialli ancora una volta rischiano di farsi sfuggire una partita saldamente in mano, ma alla fine prevalgono

Yoandy Leal in azione ieri sera al PalaPanini contro Kioene Padova (fotofiocchi)
Yoandy Leal in azione ieri sera al PalaPanini contro Kioene Padova (fotofiocchi)
Yoandy Leal in azione ieri sera al PalaPanini contro Kioene Padova (fotofiocchi)

leo shoes perkinelmer

3

kioene padova

1

(33-31 25-19 23-25 25-22)

MODENA: Leal 22, Bruno 2, Ngapeth 20, Van Garderen 11, Stankovic 9, Sanguinetti 3, Rossini (L), Gollini (L2), Sala, Salsi, Mazzone 1, Truocchio ne, Ngapeth S ne. All. Giani.

PADOVA: Weber 28, Zimmermann 1, Loeppky 13, Bottolo 15, Volpato 8, Vitelli 5, Takahashi (L), Zoppellari, Schiro 1, Petrov 1, Canella, Gottardo, Crosato ne, Bassanello (L2) ne. All. Cuttini.

Arbitri: Curto e Vagni.

Note: spettatori 2918. Durata set: 36’, 25’, 29’, 30’. Tot: 2h00. Modena: ace 3, bs 21, muri 4, errori totali 25. Padova: ace 6, bs 25, muri 7, errori totali 38.

di Alessandro Trebbi

Esame superato per Yoandy Leal, mentre per Modena tutti i verdetti sono rimandati a domenica prossima, quando Milano inaugurerà i playoff al PalaPanini e le sensazioni contrastanti lasciate dal match con Padova di ieri sera lasceranno spazio al campo: Bruno e compagni riusciranno davvero a cambiare marcia nelle partite che assegnano lo scudetto o dovranno vivere sulle montagne russe come per tutta la stagione? La partita vinta 3-1 contro la Kioene ha ripresentato antiche problematiche, per una formazione che sul 2-0 9-6 (e Padova già salva) aveva saldamente in mano la contesa e ha rischiato di farsela sfuggire di nuovo come contro Milano, Cisterna, Taranto. Solo un guizzo sui led pubblicitari di Earvin Ngapeth ha risvegliato l’istinto dei campioni, che sono riusciti a chiudere velocemente il quarto set spostando l’attenzione su un match, l’andata dei quarti di finale, che Nimir Abdel Aziz non giocherà: poco male se il suo sostituto, Leal utilizzato come opposto puro, attacca sopra al 60%.

Ciò che è mancato più di tutti alla Leo Shoes è stata l’efficienza al servizio, ma anche il livello della fase break è stato all’altezza solo a sprazzi. Conforta, invece, la crescita notevole di Bruno Rezende. Giani parte con Leal in diagonale a Bruno e Van Garderen di banda, con Sanguinetti ancora titolare al posto di Mazzone e l’ormai solita staffetta Rossini-Gollini. Primo parziale decisamente equilibrato, le due squadre si alternano a condurre ma senza mai break di vantaggio. A sbloccare l’impasse è Dragan Stankovic con la rigiocata del 23-21. L’ace di Loeppky però dà agli ospiti il pareggio a quota 24 prima che Ngapeth butti di là il secondo pallonetto incomprensibile e Weber sigli il 24-25. Ngapeth inverte di nuovo la rotta sul 31-30, merito di Bruno soprattutto, ed è proprio il brasiliano a siglare l’ace del 33-31. Parte meglio Padova nel secondo: 3-5 con Weber. Dura poco perché Leal martella forte e Ngapeth rigioca il 9-7 prima che i gialloblù scappino fino al 13-8 firmato Van Garderen. Padova trova il -2, Modena non si scompone e chiude 25-19 con Van Garderen e un paio di rigiocate pregevoli. Cuttini riparte dai titolari nel terzo, sul 3-2 Modena arriva la notizia della salvezza Kioene frutto del risultato tra Vibo e Piacenza. Modena fugge 9-6 con Van Garderen e Leal ma inspiegabilmente si spegne mentre la Kioene pareggia a quota 12 e sorpassa con Bottolo a muro sul 14-16. Weber fa 18-21. Leal sbaglia per il 19-23, la chiusura per gli ospiti è 23-25.

Giani manda in campo Mazzone per Sanguinetti a inizio quarto parziale e sull’8-12 chiama un time out da under 16, spiegando che i giocatori devono chiamare la palla e giocare alto sulle mani. Modena reagisce e pareggia a quota 13 ma ancora con la battuta Bottolo fa +3. Ngapeth e Leal ricuciono di nuovo e un salvataggio sui led pubblicitari del francese dà il la al 24-21 che diventa 25-22 proprio con Leal.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?