La Ciclistica Maranello ha concluso la travagliata stagione 2020. La società presieduta da Angelo Manfredini coadiuvato da Mauro e Pietro Manfredini aveva iniziato nel migliore dei modi a gennaio con il 5° posto dell’esordiente Giacomo Ghiaroni al Giro d’Italia di Ciclocross ed il 10° ai tricolori corsi assieme a Matteo Rinaldi. Poi il...

La Ciclistica Maranello ha concluso la travagliata stagione 2020. La società presieduta da Angelo Manfredini coadiuvato da Mauro e Pietro Manfredini aveva iniziato nel migliore dei modi a gennaio con il 5° posto dell’esordiente Giacomo Ghiaroni al Giro d’Italia di Ciclocross ed il 10° ai tricolori corsi assieme a Matteo Rinaldi.

Poi il blocco delle attività con ripresa degli allenamenti a maggio e poi finalmente le prime gare a fine agosto ed in un paio di mesi l’esordiente Armin Caselli è risultato tra i migliori in regione.

I Giovanissimi Marcello Pelloni, Edoardo Tassi, Damir Caselli, Paolo Tuberosa, Youssef Ramall, Sebastian Pishchulenok sono terminati più volte sul podio nella Bologna Cup Junior e nel Memorial Samuele Schiavina a Finale Emilia.

Nella Junior Cup Bologna la società maranellese è salita sul terzo gradino del podio preceduto dalla Novese e dalla S.Marinese.

La società ha così concluso il suo 52° anno di attività sempre nel settore giovanile con Claudio Caselli che ha diretto gli esordienti ed il “mitico” Loris Manicardi i Giovanissimi.

Purtroppo causa il Covid 19 non sono state organizzate le tradizionali gare come negli anni precedenti. Sperando in una tregua per il 2021, la società maranellese sarà ancora ai nastri di partenza con Giovanissimi ed Esordienti.

Il 2021 è iniziato ancora con il ciclocross con il debutto dell’esordiente del 1° anno Edoardo Tassi nell’ultima tappa del Giro d’Italia di Ciclocross dove ha colto un bel 10° posto mentre l’allievo del 1° anno Matteo Rinaldi è giunto al quindicesimo.

Con un consorzio di società modenesi, il neo presidente provinciale Enzo Varini allestirà una gara di ciclocross valevole per il campionato provinciale.

Andrea Giusti