Niente sconto per Samuele Maurizi, che dunque rimane nella lunga lista degli assenti per il big match di stasera (20,45) in cui il Carpi riceve il Padova. Il Giudice ha confermato (un po’ a sorpresa) le due giornate e dunque mister Riolfo dovrà ancora una volta combattere contro l’emergenza soprattutto in attacco e sugli esterni, visto che rispetto alla gara di Cesena sono assenti anche Vano squalificato e Saric, che dovrà fare qualche esame per il problema al ginocchio (si vuole escludere un problema al menisco). Il Carpi è chiamato a una prova di grande maturità ad...

Niente sconto per Samuele Maurizi, che dunque rimane nella lunga lista degli assenti per il big match di stasera (20,45) in cui il Carpi riceve il Padova. Il Giudice ha confermato (un po’ a sorpresa) le due giornate e dunque mister Riolfo dovrà ancora una volta combattere contro l’emergenza soprattutto in attacco e sugli esterni, visto che rispetto alla gara di Cesena sono assenti anche Vano squalificato e Saric, che dovrà fare qualche esame per il problema al ginocchio (si vuole escludere un problema al menisco).

Il Carpi è chiamato a una prova di grande maturità ad appena 3 giorni dalla sfida di mercoledì a Cesena che ha prosciugato energie fisiche e mentali. Ma la gara col Padova può davvero valere triplo: un successo manderebbe a -9 una rivale fra le più forti e metterebbe Pezzi e compagni alla finestra per gli impegni di Vicenza (gara sulla carta abbordabile a Rimini) e Reggiana, che lunedì nel posticipo riceve nell’altro big match il Sudtirol. «E’ dura affrontare tante gare ravvicinate in questo momento – spiega Riolfo – ma mi attendo una bella gara, loro sono una squadra di grandissimo livello, con giocatori esperti, costruita per vincere. Sono caduti in un periodo non positivo, Mandorlini però è un tecnico molto esperto e si è visto subito. Noi abbiamo diverse assenze cui abbiamo sopperito bene a Cesena ma spendendo molto. Però ho rivisto nei ragazzi gli occhi e la voglia di fare e di ottenere». Riolfo parla della situazione degli infortunati. «Vano è squalificato e le valutazioni mediche saranno fatte a breve – prosegue Riolfo – ma non dovrebbe essere niente di grave, Saric si sta valutando, giovedì si è allenato, vediamo come risponde. Rossoni è convocato anche lui può dare il suo apporto. Lomolino e Pellegrini invece sono fuori per un po’. Tornare sul mercato per un esterno? Purtroppo si sono accavallate delle situazioni di emergenza in ruoli particolari. Chi ha giocato mercoledì anche fuori ruolo lo ha fatto con spirito, troviamo le risorse al nostro interno, poi vediamo la società se vorrà fare qualcosa. Pezzi terzino? Lo ha fatto più che bene nel recente passato, ora lì in regia ci dà equilibrio, ma quello che conta è la sua adattabilità». In attacco toccherà a Cianci. «A Cesena poteva fare meglio tecnicamente in qualche occasione, ma ha lavorato e si è sacrificato, ha dato coperture sui tre difensori, si è dato da fare e di questo sono più che contento. Presto si inserirà del tutto, ha qualità tecniche e di corsa».

Dal campo. Saric, i tre squalificati Vano, Jelenic e Maurizi e gli infortunati Mantini, Pellegrini e Lomolino: 7 assenze pesanti per i biancorossi. Probabile che la difesa e la mediana siano le stesse di Cesena, mentre senza i tre trequartisti la soluzione è Simonetti alzato alle spalle di Biasci e Cianci. Visto che Van der Heijden è ancora in Olanda è stato convocato l’attaccante Pietro Biancheri (2002) della Berretti.