Civitanova, 8 aprile 2018 - Finisce tra le polemiche l’ennesimo tie-break a Civitanova Marche tra Lube e Azimut che, come nei tre precedenti di semifinale scudetto tra anno scorso e recente gara 1 premia i padroni di casa, aiutati da una contestatissima decisione di Saltalippi che concede l’ace del 20-19 a Juantorena su una palla toccata dal filone e, sembra, anche da Bruno in salvataggio. È poi Sokolov a chiudere 21-19. Modena torna a uscire dall’Eurosuole Forum tra i rimpianti, dopo aver gettato alle ortiche tre set point consecutivi nel primo parziale (da 24-21 a 25-27) e cinque match ball nel tie-break, di cui due regalati con errori al servizio. Di nuovo una scoppola terribile da assorbire in una settimana nella quale Modena dovrà togliersi di dosso le scorie e ritrovare il vero Earvin Ngapeth, in letargo per tre set, ondivago tra quarto e quinto dove a punti fondamentali ha alternato errori decisivi. Modena parte subito bene e naviga tranquillità fino al 24-21. Poi il black out: rigore di Juantorena, solito muro su Ngapeth e 24-24. L’ace di Sander su uno stordito Rossini ribalta la situazione e Ngapeth col pallonetto out regala a Civitanova un set nel quale i marchigiani hanno sempre inseguito: 27-25. Nel secondo è equilibrio con la Lube ad arrivare al 24-23.

Urnaut diventa decisivo, Ngapeth finalmente con l’ace fa 30-29 poi l’errore di Sander vale il 35-33 Modena, forte di un Urnaut che attacca con 8 su 8 e 2 ace. Il terzo è un monologo Lube che sale di tono mentre Modena paga lo sforzo nervoso del set precedente. Chiude Sokolov con un doppio ace, mentre Stoytchev fa rifiatare Ngapeth, Sabbi e Urnaut. Di nuovo Azimut in campo coi titolari nel quarto e spinge: 18-14 con il terzo ace nel parziale di Ngapeth. La Lube impatta sulla pipe in rete di Ngapeth che costa il cambio a Sabbi. Il francese si riscatta col 21-19 e il 23-20, poi chiude Urnaut in pipe 25-22. Il tie-break è lo specchio del match: Modena va sotto 6-3 con un errore di Ngapeth e l’invasione, poi Christenson sigla l’ace dell’11-7, ma dal 12-8 è break di 5-0 per Modena sul servizio di Holt. Il primo match point arriva dopo la veloce di Mazzone (14-13). La Lube avanza 18-17, Ngapeth risorpassa 19-18, poi l’epilogo contestatissimo.  

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA 3 - AZIMUT MODENA 2 (27-25 33-35 25-16 22-25 21-19) Civitanova: Sokolov 34, Christenson 5, Juantorena 19, Sander 20, Candellaro 7, Cester 11, Grebennikov (L), Stankovic, Kovar, Marchisio, Milan ne, Zhukouski ne, Casadei ne. All. Medei. Modena: Sabbi 9, Bruno 3, Ngapeth 21, Urnaut 23, Holt 8, Mazzone 14, Rossini (L), Argenta 2, Van Garderen 1, Pinali, Bossi, Penchev ne, Tosi ne, Ngapeth S ne. All. Stoytchev. Arbitri: Saltalippi e Santi. Note: spettatori 4107. Durata set: 30’, 41’, 24’, 30’, 27’. Tot: 2h32. Civitanova: ace 7, bs 28, muri 13. Modena: ace 9, bs 26, muri 7.