L'esultanza degli azzurri nel terzo set, decisivo per la rimonta
L'esultanza degli azzurri nel terzo set, decisivo per la rimonta

Tokyo 24 luglio 2021 - Fatica, paura, ma alla fine un successo corroborante per la classifica e per il morale quello che l'Italvolley di Gian Lorenzo Blengini ha colto nella prima giornata di gare a Tokyo. Dopo un inizio equilibrato, infatti, era stato il modesto Canada ad aggiudicarsi il primo set, conducendo le danze fino alla metà del terzo. A cambiare l'inerzia del match un monumentale Alessandro Michieletto, figlio d'arte ieri mvp con 24 punti e gli innesti di Anzani al posto di Piano e soprattutto di Luca Vettori per uno spento Zaytsev.

Olimpiadi Tokyo live: il programma di sabato 24 luglio - Olimpiadi in tv: gli italiani in gara il 24 luglio. Dove vedere diretta e differita - Olimpiadi: quanto guadagnano gli atleti italiani 

LA PARTITA. Blengini esordisce col sestetto annunciato: Giannelli-Zaytsev in diagonale principale, Juantorena e Michieletto di banda, Galassi e Piano al centro e Colaci libero. Entrambe le formazioni sono col freno a mano tirato, il Canada arriva per primo a set point ma Juantorena ha nel braccio destro la schiacciata per chiudere: si fa murare, 25-25 e poi è il Canada a chiudere con Hoag. Il secondo parziale è un assolo canadese, interrotto dai cambi di Blengini: Anzani prende il posto di Piano, sul 19-14 nordamericano dentro Vettori per uno spentissimo 'Zar' (3 su 13 in attacco). L'assolo prosegue fino al 13-10 nel terzo quando va in battuta Michieletto, comunque il migliore sin lì, e lo spartito si capovolge. Con un parziale monstre gli azzurri passano a condurre, Juantorena trova finalmente il ritmo anche in attacco, Vettori consegna a Blengini la regolarità che non aveva avuto Zaytsev e l'Italia domina fino al 2-2. Il tie-break parte equilibrato e lo strappo arriva ancora con un cambio di Blengini, quello di Sbertoli entrato al servizio. Dal 9-9 al 13-9 fino al 15-11 suggellato meritatamente da Michieletto.

LE VOCI. «Un esordio emozionante, sono felice di essere qui – racconta Alessandro Michieletto, protagonista del match –. Io uno dei migliori? Non devo dirlo io, ho semplicemente dato il massimo per cercare di cambiare rotta alla partita, le grandi squadre fanno così. Dalla battuta so che posso trovare dei break importanti e oggi nel terzo set è arrivato. La nostra squadra è una grande famiglia, Zaytsev, Juantorena e Colaci sanno come incoraggiarci». Il ct Blengini, agli ultimi match in azzurro prima di trasferirsi definitivamente sulla panchina di Civitanova Marche, tira un sospiro di sollievo in zona mista: «Molta sofferenza – attacca il tecnico – ma sappiamo che l'esordio è così e il Canada è una squadra esperta. Ce la aspettavamo, siamo stati bravi a non far predominare la parte psicologica. Michieletto non è una sorpresa, abbiamo visto tutti cosa è stato in grado di fare durante la stagione, teniamo presente che non possiamo prendere una partita sola come un giudizio definitivo. Però ha mostrato che non ha pagato lo scotto». Due parole sulla prestazione opaca di Zaytsev: «Non sono preoccupato, è un giocatore di grande classe e autostima e so che continuerà a fare il massimo della squadra. Ha avuto un po' di problemi fisica durante la preparazione ai Giochi, ma c'è e darà il suo contributo, oggi anche fuori dal campo non ha mai cambiato atteggiamento incitando i ragazzi». Infine il commento sul prossimo match con la Polonia: «Sono due volte campioni del mondo, hanno aggiunto Leon alla rosa, credo siano i candidati più seri all'oro. Ma ogni match è una guerra e noi siamo pronti alla trincea».

IL TABELLINO. ITALIA-CANADA 3-2 (26-28 18-25 25-21 25-18 15-11)
Italia: Zaytsev 4, Giannelli 4, Juantorena 21, Michieletto 24, Galassi 9, Piano 2, Colaci (L), Kovar 1, Anzani 6, Vettori 10, Lavia, Sbertoli. All. Blengini.
Canada: Vernon Evans 12, Sanders, Perrin 17, Hoag 18, Van Berkel 10, Vigrass 6, Bann (L), Maar 2, Sclater 5, Szwarc 3, Blankenau, Marshall ne. All. Hoag.