Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 apr 2022

Padova, sequestrate 60.000 confezioni di cosmetici irregolari 

Smalti, glitter, creme per un valore di circa 300 mila euro. Sotto sequestro anche sterilizzatori, scaldacera, fornetti per l'asciugature delle unghie 

15 apr 2022
Polizia locale (immagini di repertorio)
Polizia locale (immagini di repertorio)
Polizia locale (immagini di repertorio)
Polizia locale (immagini di repertorio)

Padova, 15 aprile 2022 - Polizia locale e Nas hanno sequestrato ad un grossista del Centro Ingrosso Cina in corso Stati Uniti a Padova 60mila confezioni di cosmetici irregolari, pericolosi per la salute, per un valore commerciale di 300 mila euro. 
Agenti e i carabinieri hanno effettuato un secondo sopralluogo dopo che in uno precedente erano state rilevate alcune anomalie ed era stata sequestrata un'attrezzatura meccanica di imbottigliamento di flaconi cosmetici. I Nas hanno constatato che non c'era regolare etichettatura sui cosmetici e mancavano le autorizzazioni ministeriali per il confezionamento. 

Sono stati posti sotto sequestro smalti, polveri di diverse colorazioni, solventi, coloranti e creme prive di documentazione tecnica, di avvertenze per la sicurezza e di regolarità commerciale. La ditta operava senza alcuna autorizzazione del Ministero della Salute.  Durante l'ispezione si è accertata anche l'esposizione per la vendita di numerosi prodotti elettrici quali: sterilizzatori, fornetti per asciugatura unghie, manipoli per frese, frese, lampade, aspiratori, scaldacera che sono risultati privi delle indicazioni e certificazioni di sicurezza in lingua italiana e marchio CE. Le attrezzature sono state anch'esse sottoposte a sequestro amministrativo.

"Ringrazio la nostra polizia locale ed i carabinieri del Nas per aver verificato con professionalità e competenza il rispetto delle norme che garantiscono la tutela della salute del consumatore nella produzione e commercializzazione  di cosmetici di ampio utilizzo - ha detto l'assessore comunale alla Sicurezza, Diego Bonavina - La collaborazione tra la forze di polizia e la sinergia con il personale ispettivo dell'Ulss 6 ci garantisce che Padova sia una città dotata di un elevato presidio che garantisce una sicurezza multidisciplinare anche verso queste pratiche che sono, per i bassi costi di lavorazione, fortemente scorrette nei confronti di chi,  invece, realizza prodotti di cosmesi assolutamente sicuri. Continueremo a dedicare forte attenzione al contrasto di ogni prodotto finito, confezionato o commercializzato nel nostro comune che non rispetti la filiera completa delle regole di sicurezza e tutela della salute dei cittadini".

Poiché all'interno della struttura produttiva il personale intervenuto percepiva un forte odore di diluente che irritava gli occhi e le mucose nasali e per la presenza di diverso materiale infiammabile, è stato richiesto l'intervento anche del personale dello Spisal dell'Ulss 6 Euganea per verificare la regolarità dei locali sprovvisti di finestre che consentissero di arieggiare adeguatamente le stanze interne. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?