Parma, 27 luglio 2021 - Autostrada chiusa e centinaia di auto distrutte dai chicchi di grandine (video): sono scene apocalittiche quelle che sono arrivate dall'A1 nel tratto fra Parma e Fiorenzuola che ieri è stato interdetto per ore al traffico in modo da consentire a chi poteva di spostare il proprio mezzo. Ma la grandinata non ha risparmiato nemmeno le auto nella Bassa bolognese con chicchi grandi come palline da tennis.

A Malalbergo chicchi di grandine grandi come una pallina da tennis

Grandine e temporali sempre più forti, il meteorologo: "Vi spiego perché"

In A1 le auto e camion che si trovavano a passare durante l'ondata di maltempo hanno avuto gravi danni a parabrezza e carrozzeria (VIDEOe si sono verificati anche tamponamenti a catena. Le auto si sono formate in mezzo alla carreggiata per cercare di sfuggire alla grandine, in particolare in direzione di Milano e ci sarebbero anche persone ferite lievemente dalle schegge dei vetri esplosi sotto la forza dei chicchi.

Le auto distrutte dalla grandinata a Parma

Allerta meteo Emilia Romagna: ancora maltempo

La tempesta di vento, pioggia e grandine di ieri ha causato ingenti danni e feriti anche nelle province di Reggio Emilia (foto) e Modena (foto). Nel Parmense, ha colpito nel primo pomeriggio la zona ovest della Bassa Parmense, causando ingenti danni in una zona che va dal fiume Po sino a Salsomaggiore Terme, passando per Colorno, San Polo di Torrile e Fidenza.  Alcuni stabili sono stati scoperchiati dal vento, centinaia le abitazioni da cui sono volate a terra le tegole, mentre la grandine ha danneggiato decine di auto, anche sull'A1.

Fidenza: tetti scoperchiati dal vento

Tetti scoperchiati a Fidenza

La tempesta ha colpito anche il centro di Fidenza dove non è grandinato ma il vento fortissimo ha scoperchiato il tetto di un edificio storico. Inoltre, sono state danneggiati edifici commerciali, coperture di capannoni sono volati letteralmente via.

A1 riaperta dopo ore

E' stata riaperta intorno alle 19,30 - dopo circa 3 ore - il tratto dell'A1 tra Parma e Fiorenzuola in direzione Milano. Lo stop al traffico è stato necessario per agevolare l'intervento dei mezzi di soccorso e spostare le auto distrutte, molte delle quali non riuscivano più a muoversi.  Per ore, le code sono partite dal tratto reggiano e anche dopo la riapertura, c'erano incolonnamenti sia in direzione Milano sia verso Bologna per curiosi.

Danni all'agricoltura

Chicchi di gradine grandi come albicocche hanno colpito le colture dell'Emilia-Romagna da Piacenza a Ferrara, danneggiando campi di pomodori, cocomeri, meloni, mais, pere, barbabietole, zucche e patate. Lo riferisce Coldiretti Emilia Romagna. "Nelle province di Parma, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara la violentissima grandinata che si è abbattuta nel pomeriggio ha causato milioni di danni, fra quelli procurati alle colture e quelli riportati dalle attrezzature agricole e dalle strutture", scrive l'associazione. 

Grandine come palline da tennis anche nella Bassa bolognese

La violenta grandinata di ieri non ha risparmiato nemmeno il Bolognese. A farne le spese diverse macchine e l’agricoltura, ma fortunatamente non sono state segnalate persone ferite. Colpiti, tra gli altri, i territori di Malalbergo, Bentivoglio e San Giorgio, per quanto senza conseguenze gravi. " Diverse le auto danneggiate", spiega la sindaca, Monia Giovannini. Le conseguenze avrebbero potuto essere peggiori: "Sono scese delle palline da tennis. Meno male che non avevamo persone a passeggio o ci sarebbe potuto scappare qualcuno con un trauma". Problemi anche a Bentivoglio ma la grandine è scesa molto a macchia di leopardo: a Baricella e a Galliera, ai due lati di Malalbergo, si è registrata per lo più una forte pioggia. Nel comune di Baricella, lungo via Altedo, è caduto un albero di medie dimensioni la strada è stata liberata dalla protezione civile nel giro di un quarto d’ora.