Polizia ferroviaria
Polizia ferroviaria

Parma, 25 novembre 2021 – Una ragazza è stata abbordata in treno da uno sconosciuto, un molestatore che ha provato a baciarla prima sul collo e poi sulla bocca, fino ad arrivare a palparle il fondoschiena. È stato denunciato con l'accusa di violenza sessuale un 20enne di origine tunisina, l’autore delle molestie sessuali a una 19enne avvenute sul treno regionale Parma-Brescello.

I fatti risalgono alla sera dell'11 novembre scorso, quando la 19enne si trovava a bordo del convoglio regionale che da Parma l'avrebbe condotta a casa, a Brescello, nella Bassa Reggiana dove abita. La vittima era insieme a un'amica quando si è seduto vicino a lei uno sconosciuto, un 20enne tunisino senza fissa dimora, che per due volte le ha strusciato la mano sulla gamba destra. Spostatasi su un altro sedile, è stata raggiunta dall'uomo che ha cercato di baciarla sul collo e sulla bocca.

Respinto decisamente dalla ragazza, il molestatore è andato oltre toccandole gambe e fondoschiena per poi darsi alla fuga e riuscendo a dileguarsi approfittando del fatto che il treno, nel frattempo, si era fermato alla stazione di Lentigione. La giovane ha denunciato tutto ai Carabinieri della stazione di Brescello che hanno avviato le indagini. Grazie alle testimonianze raccolte, gli inquirenti sono riusciti a risalire al presunto molestatore, individuato dalla ragazza poi successivamente in un'apposita seduta di individuazione fotografica in caserma. Il 20enne è ora indagato per violenza sessuale. 

25 novembre, nasce a Roma uno spazio per aiutare le donne a denunciare la violenza - Ravenna, corteo contro la violenza sulle donne. Sfilano gli uomini con scarpe rosse