Quotidiano Nazionale logo
19 mag 2021

Parma, festa dello sport con "Mi Games": iscrizioni e programma

Dal 2 al 4 luglio, la città ducale ospiterà una tappa dell’evento multisport con tornei di calcio, basket e beach volley: prezzo agevolato fino al 9 giugno, parte del ricavato in beneficenza

Riprendono gli sport di contatto, tra cui il calcio. Il primo giorno ai campi del Meisino, Torino, 26 aprile 2021. ANSA/JESSICA PASQUALON
Una partita di calcio a 5

Parma, 19 maggio 2021 – Per la prima volta Mi Games, l’evento multisport più grande d’Italia, arriva in Emilia Romagna e in particolare a Parma: è infatti la città ducale la location scelta per ospitare, dal 2 al 4 luglio, i tornei di calcio a 5, basket 3 contro 3 beach volley 4 contro 4. Un debutto storico, che si terrà al Parco della Cittadella di Parma.

Il format dell’evento 

Mi Games Parma prevede lo svolgimento in contemporanea di tre tornei, aperti a tutti i ragazzi e le ragazze maggiori di 16 anni: fino al 9 giugno sarà possibile iscriversi con prezzo agevolato ai tornei di calcio a 5 (maschile e femminile), basket 3 contro 3 (maschile e femminile) e beach volley misto (con almeno 2 donne sempre in campo).

Le partite dei gironi di qualificazione si svolgeranno tra venerdì sera e sabato, con la domenica dedicata agli scontri ad eliminazione diretta. Chi vince, riceverà l’iscrizione gratuita alla tappa di Santa Margherita Ligure (22-25 luglio), dove potrà a sua volta guadagnare il pass per le ambitissime "Mi Games Finals 2021" in programma dal 31 luglio al 1° agosto.

Una festa dello sport 

Oltre ai classici sport di squadra, non mancheranno le attività collaterali: previsti tornei ufficiali di calcio balilla e ping pong, con spazi dedicati allo svago e al divertimento anche per chi non partecipa direttamente alle gare. 

Attenzione per il sociale

Come spesso accade in eventi di questa portata, grande attenzione per i meno fortunati: quest’anno, una parte del ricavato della manifestazione andrà a finanziare un importante progetto benefico in Rwanda e in Congo, che prevede il sostegno ai ragazzi e alle ragazze delle scuole di Rulindo e Bukavu.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?