Quotidiano Nazionale logo
29 ott 2021

Parma, bruciano rifiuti: colonna di fumo tradisce operai. Colti in flagranza dai Forestali

L'incendio di materiale plastico e ferroso in località Ravadese: 4 le denunce. I carabinieri ricordano che il divieto vale anche per sfalci verdi, come norma anti Pm10

featured image
Parma smaltimento abusivo rifiuti con incendio in località Ravadese

Parma, 29 ottobre 2021 - I Forestali avvistano colonna di fumo e colgono in flagranza di reato degli operai che davano fuoco a dei materiali per smaltirli abusivamente. Scattano le denunce e i controlli ambientali.
Nel quotidiano pattugliamento del territorio, i Carabinieri Forestali della Stazione di Parma hanno individuato una colonna di fumo, ai margini del centro abitato di Parma, in località Ravadese.

A fuoco rifiuti speciali di una ditta

Approfondisci:

Parmense, incendio capannone rifiuti a Borgotaro, l'Ausl: "Tenete chiuse le finestre"

Identificazione e denuncia

Approfondisci:

Parma: dieci nuove telecamere mobili contro l’abbandono dei rifiuti

Tutti i  comuni in cui è vietato bruciare anche gli sfalci verdi

Inoltre, ricordano dall'Arma, è comuque vietato dare fuoco a residui vegetali nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile nei comuni di: Busseto, Collecchio, Colorno, Felino, Fidenza, Fontanellato, Fontevivo, Fornovo di Taro, Langhirano, Lesignano de Bagni, Medesano, Montechiarugolo, Noceto, Parma, Polesine Zibello, Roccabianca, Sala Baganza, Salsomaggiore Terme, San Secondo Parmense, Sissa Trecasali, Sorbolo Mezzani, Torrile, Traversetolo. Questo divieto rientra tra le misure straordinarie per la salvaguardia della qualità dell’aria, al fine di evitare il superamento del valore limite giornaliero del Pm10.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?