Violenza domestica: denuncia ai carabinieri
Violenza domestica: denuncia ai carabinieri

Parma, 02 settembre 2021 -  Due casi di violenza domestica nel Parmense. Una donna, dopo l'ultima aggressione del marito, che le ha provocato ferite giudicate guaribili in un mese, ha lasciato l'abitazione e ha denunciato 23 anni di abusi: l'uomo è stato arrestato. Allontanato, invece, un giovane che aveva picchiato la compagna incinta.

Arrestato un 65enne

I carabinieri di Parma hanno arrestato, in esecuzione di una ordinanza del Gip, un 65enne accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. L'indagine è nata dopo la denuncia presentata nelle scorse settimane dalla moglie, che ha raccontato ai carabinieri di Langhirano, in provinciad di Parma, 23 anni di minacce e violenze. Una situazione diventata oramai insostenibile per la donna, che temeva per la propria incolumità. A inizio agosto, dopo l'ennesima aggressione e le cure in ospedale con una prognosi di 30 giorni, la vittima si è allontanata da casa insieme al figlio chiedendo ospitalità ad alcuni parenti e denunciando il tutto ai militari. Il Gip, dopo aver raccolto diversi elementi indiziari e aver acquisito le registrazioni telefoniche e i messaggi ricevuti dalla donna, ha disposto quindi la misura cautelare in carcere per il 65enne. 

Calci sulla compagna in stato di gravidanza

A Parma, i carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare dell'allontanamento dall'abitazione e del divieto di avvicinamento alla compagna, nei confronti di un 34enne. 
La donna, incinta, il 27 agosto, aveva fatto denuncia dopo essere stata aggredita con calci e schiaffi dall'uomo: dopo le cure in ospedale è stata dimessa con una prognosi di 21 giorni.