Memorial Ford, Brandford (Fotoprint)
Memorial Ford, Brandford (Fotoprint)

Pesaro, 19 settembre 2019 - Finisce in crescendo la prestazione della Vuelle nel 15° Memorial Ford, onorato da Walter Magnifico che ha letto il toccante saluto di Alphonso, come da tradizione, prima della palla a due. A Pesaro serve un quarto per prendere le misure alla Poderosa, finora sempre vincente nel suo pre-campionato condotto però contro avversarie di serie B e di A2. Nel primo impatto contro una rivale del piano superiore, Montegranaro, con Serpilli in quintetto, regge bene per 10’ conducendo sino al 7-11 prima che Mussini cambi marcia ai suoi. Le sue scorribande, anche al fianco di Pusica, alzano i ritmi e con un break di 9-0 i biancorossi prendono l’inerzia del match. Le polveri dai 6,25 non sono precise, fatta eccezione per Barford che dall’arco brucia sempre la retina (3/3 all’intervallo) e si candida come prima punta di una squadra che a tratti appare un po’ leggerina nei contatti. Interessante la zone-press ordinata da Perego fin dall’inizio: le gambe esplosive dei suoi ragazzi hanno energie da spendere, mentre manca inizialmente un po’ di lucidità, complice la voglia di strafare davanti al pubblico di casa, che piano piano, però, arriva.

Nel 2° periodo, con Totè ancora fermo per un problema muscolare, trova spazio anche Basso che tiene il campo e piace Miaschi, che ha fisico per reggere i contatti su ambo i lati del campo. Mentre Lydeka, sempre affidabile, non spreca i rari palloni che gli arrivano. La Carpegna Prosciutto prende il largo al 14’ (32-22) e tocca il massimo vantaggio al 19’ (42-29), mantenuto con una tripla di Barford allo scadere. Dagli spogliatoi rientra però una Vuelle addormentata, che si lascia sopraffare dalla voglia altrui: Mastellari fa canestro anche bendato, mentre l’ex Luca Conti strappa un rimbalzo offensivo a Barford, poi segna una tripla ricucendo (48-41 al 23’). Perego chiama un timeout di fuoco che dà subito frutto, l’intensità difensiva torna alta e finalmente anche Drell si fa vedere in attacco, cercando tiri in avvicinamento in assenza della mira (55-41). Il rientro di Mussini restituisce ulteriore verve ai suoi ed è lui a siglare il massimo vantaggio (63-47). Montegranaro, comunque, combatte fino alla fine con un volitivo Cucci, ma tutti gli uomini ruotati da Perego mantengono la stessa intensità, e questo è il miglior segnale della serata, chiudendo a + 23. E adesso la Fortitudo, il 24 settembre, per un macth molto atteso.

Tabellino

Vuelle Pesaro 86
Montegranaro 63
CARPEGNA PROSCIUTTO: Barford 21, Drell 13, Mussini 16, Pusica 10, Miaschi 9, Lydeka 8, Basso 1, Thomas 5, Totè ne, Zanotti 3. All. Perego.
XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO: Thompson 2, Miani, Angellotti, Mastellari 18, Andreani 3, Conti 4, Palermo 6, Bonacini, Berti 2, Thomas 8, Cucci 14, Serpilli 6. All. Ciani. 
Arbitri: Pazzaglia di Pesaro, Vita di Ancona e Pierantozzi Ascoli Piceno. 
Note: Parziali: 23-20, 45-32, 66-52. Spettatori: 700.