Vittoria Vuelle con Capo d'Orlando, esplode la gioia di squadra e tifosi (Fotoprint)
Vittoria Vuelle con Capo d'Orlando, esplode la gioia di squadra e tifosi (Fotoprint)

Pesaro, 11 marzo - Match al cardiopalma tra Vuelle e Capo d'Orland. Finisce 84-81 ai supplementari. A un certo punto si profilava una debacle. Sotto di 16 punti all'inizio di ripresa (36-52 al 23'), la Vuelle sembrava ormai sprofondare verso il baratro della serie A2. I 2.481 tifosi che ci avevano creduto, andando ad acquistare il biglietto, erano affranti sugli spalti mentre Capo d'Orlando giocava leggera, sulle ali di due europei di buon livello come Likhodey e Stojanovic che non trovavano opposizione fisica alla loro taglia.

image

Poi si sblocca Clarke, sin lì opaco: due delle sue triple ridanno coraggio ai giovani compagni e comincia la rimonta, lenta ma inesorabile. La coda dei siciliani viene afferrata a 6' dalla fine, grazie al guerriero Mika. Si potrebbe anche chiuderla evitando la sofferenza dei supplementari, ma la troppa tensione costa tanti errori dalla lunetta (12 i liberi sbagliati in totale). Mayonr grazia la Vuelle sul 70 pari, con Leka che sceglie di non fare fallo: l'americano sbaglia l'appoggio in entrata e si va all'overtime.

Dove Omogbo e Moore sono decisivi. Del play il canestro della staffa (82-78) a 14'' dalla fine. Poi, anzichè l'invasione di campo, sono i giocatori ad 'invadere' pacificamente la curva per ballare con i tifosi sulle note di "Andiamo a comandare" sparata a palla dal dj. Basta poco a questo pubblico per tornare a gioire.

 

e.f.