Festa dei brutti

Pesaro, 5 settembre 2018- Sarà un week end all’insegna del divertimento e del buon cibo. Dal 7 al 9 settembre Piobbico si prepara ad ospitare non uno ma due eventi: il Festival dei Brutti e la sagra Nazionale del Polentone alla Carbonara, feste che si intrecciano alla festività del patrono. Sfilate e comizi dei candidati a presidente mondiale dei Brutti, folklore, cantine aperte, visite guidate, cooking class junior con Triglia di Bosco dello chef Roberto Dormicchi e live. Il tutto nel centro storico di Piobbico, con il clou degli eventi in Piazza Sant’Antonio dove, dal 1879, sorge la storica sede del Club dei Brutti. Guest star Adriano Pappalardo che domenica pomeriggio, dopo il suo show musicale, assisterà alla proclamazione del presidente mondiale del rinomato Club. 

Sagra del Polentone alla Carbonara

«Il tema di quest’anno è ecologia e rispetto della natura, combattiamo le bruttezze che causano la plastica, come ad esempio l’inquinamento - afferma Giannino Aluigi detto La Belva, presidente mondiale in carica del Club dei Brutti – Tutti noi di Piobbico invitiamo a partecipare al Festival, con un invito di riguardo a tutti i cuori solitari a venire alla nostra festa per incontrarsi e incontrarci: in fondo nasciamo come agenzia matrimoniale!».

Il via ai giorni di festa è venerdì 7 settembre con l’apertura della sede elettorale, il tesseramento dei nuovi soci e l’inizio della campagna, nonché l’accensione dei luminamarzo in occasione della vigilia della festa del patrono. Toni goliardici e folklore caratterizzeranno, come da tradizione, tutta la campagna elettorale. E come da tradizione, tutti possono votare il candidato preferito. «Affronto l’elezione serenamente consapevole che sarà sempre un pò più difficile vincere – commenta l’attuale presidente mondiale del Club dei Brutti Giannino “La Belva” Aluigi - Ma ho cercato di fare del mio meglio finora».

GUARDA LE FOTO DELLO SCORSO ANNO

Da sabato 8 si entra nel vivo con la parte gastronomica e l’apertura di sei cantine nel borgo storico, ognuna con una specialità di polenta diversa: Cantina dei Miracoli con la Polenta con lumache; Cantina di Stravizi del Regul (Piccionaia) con la Polenta tlà spianatora; Cantina dlà Belva con l’Antica Ricetta della Polenta alla Carbonara; Cantina il Borghetto con la Polenta con merluzzo; Cantina dlà Piazza con la polenta bianca coi funghi del Nerone; Cantina del Fagiolo con il Crostolo di Polenta. Domenica si apre ufficialmente la Sagra del Polentone alla Carbonara con la degustazione della Polenta con Lumache nella Cantina dei Miracoli e l’Antica Ricetta della Polenta alla Carbonara nella Cantina dlà Belva.

«Il polentone alla carbonara è il nostro cavallo di battaglia da oltre cinque secoli e questa festa è un omaggio alla nostra tradizione. Un sugo che ogni anno attira curiosi che cercano di capirne il segreto – spiegano gli organizzatori della Pro Loco, Luca Martinelli e Matteo Martinelli –. Nel tempo la ricetta si è affinata, ed oggi tra gli ingredienti spiccano pomodoro e carni pregiate. Immancabile l’ingrediente segreto: il sufrangolo, ingrediente non in commercio ma riscontrabile solo ed esclusivamente nei boschi del Nerone. Inoltre la particolarità risiede anche nella cottura della polenta, che è a fuoco lento e tirata a mano con il bastone».