Vigilantes anti abusivi alla Fiera di San Nicola
Vigilantes anti abusivi alla Fiera di San Nicola

Reggio Emilia, 10 settembre 2018 - Prima guardare, poi confrontare e infine comprare. La Fiera di San Nicola è iniziata e con lei anche la caccia all’affare di migliaia di persone, che da ieri mattina si alternano tra le 700 bancarelle nel lungomare pesarese. Capi d’abbigliamento, stock di calzature e giochi per bambini: quest’anno lo shopping è all’insegna della sicurezza ma soprattutto della legalità. Basta guardarsi intorno, con le vie della manifestazione tappezzate di cartelli, per ricordarsi il divieto di acquistare prodotti e servizi da venditori non autorizzati.

Leggi anche: Le limitazioni al traffico per la Fiera

A verificare che tutto si svolga in maniera regolare ci sono le forze dell’ordine, i volontari della protezione civile e gli uomini della Hsl che, per tutti e quattro i giorni e anche la notte, si alterneranno lungo le vie del commercio fieristico. «Per ora non abbiamo avuto problematiche particolari – ha spiegato il maggiore Francesca Muzzini per il Comando di polizia municipale – tutto sotto controllo, sia per quanto riguarda la sicurezza che il commercio. Questa notte abbiamo fatto solo 12 rimozioni, considerando l’estensione della fiere mi sembra un ottimo risultato».

Pattuglie mobili che controllano l’esterno Fiera, più decine di uomini a piedi che vigilano sulle vie interne e, in caso, pronti a intervenire o sanzionare chi non rispetta la legge. Multe salate, dai 100 ai 7mila euro, per chi verrà sorpreso a comprare prodotti con marchi contraffatti. Controlli molto rigidi anche in altri punti della città: ieri mattina le forze dell’ordine erano presenti in stazione, per bloccare l’arrivo di venditori non autorizzati.

Commercio regolare più tutelato. Nonostante la bella giornata di sole, uno degli oggetti più venduti durante la prima mattinata è stato l’ombrello: trasparente, da viaggio, antivento e quello che si apre al contrario. Tra gli stand più affollati, invece, quelli delle dimostrazioni «In questa edizione la novità è il panno fatto con le fibre di carbonio - racconta Francesco Matute, venditore - sgrassa, lucida, dura fino a 4 anni e costa solo 10 euro. È stato solo il primo giorno ma si fermano già tante persone, molti acquistano altri sono incuriositi». E poi ancora spugne e panni magici, taglia verdure di tutte le dimensioni e maschere di bellezza.

Pesaro si conferma la città della bicicletta anche alla Fiera. «Abbiamo tanti clienti fedeli ormai – racconta Monica Conventi di Blubike – vendiamo tutto l’occorrente per gli amanti delle due ruote, veniamo da Padova e siamo qui da anni. Cerchiamo sempre di stare al passo con i tempi e proponiamo cose nuove come la luce usb che all’occorrenza è dotata anche di clacson, oppure il marsupio porta telefono da agganciare al manubrio o alla canna». Tra gli acquisti più apprezzati dalle donne le borse: «Mia moglie ne ha comprata una – racconta Alberto Gualdrini – siamo arrivati qui alle 10 del mattino, abbiamo pranzato negli stand».

Un borsone, una giacca e qualche camicia per il marito è stata invece la spesa mattutina di Laura Ceccarini, una delle tante signore che durante lo shopping fieristico pensa anche alla famiglia. Come la piemontese Dina Anzano: «Abito a Vercelli ma sono ormai tanti anni che faccio visita alla Fiera di San Nicola: ogni volta compro dei jeans per mio figlio, lui è contento, si trova bene e sono convenienti».