Fiesta Globàl, Montefabbri
Fiesta Globàl, Montefabbri

Montefabbri (Pesaro Urbino), 20 luglio 2018 - Si è aperta la 15esima edizione della Fiesta Global, che fino a domenica sera animerà il suggestivo borgo di Montefabbri a Vallefoglia (Pu) con 101 appuntamenti dalle 18 fino a tarda notte. In 9 diversi angoli del castello si susseguono spettacoli e performances con artisti provenienti da ogni parte del mondo, ma anche animazione per bambini, mostre, gastronomia locale e un’intera via con truck di street food. Vera novità è il Piano mirroring, dentro la canonica della chiesa illuminata solo da lampade soffuse, dove un pianista compone una musica personalizzata per ogni ospite, seguendo l’ispirazione soltanto dal suo sguardo. Il programma denso di iniziative è curato dalla associazione Tribaleggs, che ha ideato la festa e prosegue nel proprio impegno grazie a un gruppo di oltre 60 volontari dai 18 ai 45 anni.

"Dentro al Festival – spiega l’organizzatore Alessandro Mengarelli – ci sono tante realtà culturali, non solo italiane, ma anche una cinquantina da altre parti del mondo come le danze del fuoco e percussioni dei Quetzalcoatl dal Messico, le marionette di Teodor Borisov dalla Bulgaria e le percussioni di Jabel Kanuthe dal Gambia. Ci piace infatti che questa sia anche l’occasione per lanciare dei messaggi e in particolare abbiamo scelto due temi, l’immigrazione e l’ambiente. Questo sabato sera abbiamo come ospite la fotografa palestinese Nidaa Badwan, della quale si è inaugurata la mostra con foto della striscia di Gaza, pubblicate anche dal New York Times.

Inoltre una novità sarà The Labyrinth, un’intera via di Montefabbri trasformata in uno spaccato di Guatemala. Il tutto sarà arricchito da altri appuntamenti, sia fissi che itineranti. Ogni sera laboratori creativi e giochi per bambini del Teatro delle Isole, il Fauno con i trampoli e dj set diversi. A rendere il borgo ancora più suggestivo quest’anno è il video mapping, realizzato da un artista
locale, con mega proiezioni in 3d sul campanile della chiesa".


Sabato 21 luglio In programma dalle 18: apertura mostra Nidaa Badwn, workshop di acrobatica aerea con Le Appese, teatro di figura della compagnia Pouet, concerto della cantautrice Cesca di Giove, musica rock con Lovesick Duo, poi alle 21 spettacolo di marionette del bulgaro Teodor Borisov e in altre aree in scena i messicani Quetzalcoatl, finale del concorso per band locali "Playing for a stage", performance di tessuti aerei "C’è chi c’ha teatro", alle 22 concerto di Elena Sanchi; The Luniks. Proseguiranno le repliche delle stesse performances, oltre a dj set, animazione per bambini, piano mirroring e alle 23.15 in scena Folà e Afro danza Pesaro, poi premiazione del contest per band locali.

Alle 24 Savana Funk feat. Kady Coubaly & Kalifa Kone. All’1.30 si chiude con dj Rev. Gerbo. Domenica 22 Dalle 18: animazione per famiglie, Piano mirroring, dj set e alle 19.30 musica bio elettro acustico con Sista Ila; Papanuccio, alle 20 Le Appese, musica anni ’60-’70 con Libero Arbitrio, Arttronic di Antonio Sassano, breakdance di San Decenzio Loverz, il clown Mr Mustache, musica australian blues con Luca Casali. Alle 21.15 le mariotte di Teodor Borisv, e repliche delle diverse performance. Alle 22.30 musica balcanica con gli Obelisco Nero poi ancora show e animazione fino all’ultimo appuntamento, alle 24 con dj Vibra Unica.


Il tutto a un costo di ingresso simbolico di 3 euro, che contribuirà a sostenere i progetti a scopo benefico della associazione Tribaleggs. Nei primi 10 anni di feste sono state costruite scuole in Madagascar e Kenya, lo scorso anno invece l’aiuto economico è andato alle popolazioni terremotate del sud delle Marche. La Fiesta Global è una finestra sul mondo, ma non dimentica il proprio territorio.