Giro d'Italia 2019 Pesaro, le bici in mostra
Giro d'Italia 2019 Pesaro, le bici in mostra

Pesaro, 12 maggio 2019 - La più vecchia ha ben oltre un secolo di vita. Sono in tutto cinquanta le biciclette d'epoca esposte da oggi ai Musei Civici di Pesaro. Un viaggio nella storia del ciclismo, attraverso mezzi che racchiudono in sé memoria di anni passati e memorabili. E' stata inaugurata ufficialmente questa mattina la mostra  “Il Giro d’Italia a Pesaro: le biciclette da corsa dei campioni dal 1910 ad oggi”: un'occasione rara, per i più appassionanti, per comprendere l'evoluzione tecnica di questo mezzo meccanico e delle sue componenti. Ed anche per capire come esso sia cambiato dai primi anni del Novecento ad oggi. Insomma, nell'allestimento dei Musei Civici, ci sono pezzi di tutto rispetto. A partire dalla bicicletta di Marco Pantani del 1998, anno delle prestigiose vittorie al Giro d’Italia e al Tour de France e ancora, quella del record dell’ora di Francesco Moser, del 1988 a Stoccarda e quella di Felice Gimondi, campione italiano nel 1972.

La mostra, organizzata dal Comune di Pesaro, in collaborazione con Sistema Museo e l’associazione culturale ‘Italian Legend Bicycles’, rientra nell’ambito delle iniziative dedicate al 102esimo Giro d’Italia 2019. Che, il 18 maggio, passerà da Pesaro dove si attende l’arrivo dell’ottava tappa “Tortoreto Lido - Pesaro”. Presenti, questa mattina al taglio del nastro, il sindaco Matteo Ricci, il vice Daniele Vimini, il consigliere regionale Andrea Biancani, l'assessore allo sport Mila Della Dora e il fondatore di Italian Legend Bycles, Dario Corsi. Poi un ospite speciale, nonché il primo cittadino di Betlemme Anton Salman, accompagnato dal frate Ibrahim Faltas.

“Con questa mostra volevamo offrire alla città una visione sulle biciclette del passato - ha spiegato Dario Corsi, patron di Italian Legend Bycicles - : qui dentro abbiamo bici che hanno più di un secolo. Negli anni ’10 del Novecento pesavano 20 chili e le tappe erano lunghe 400 chilometri, più difficili rispetto alle attuali. Attraverso questo allestimento, raccontiamo anche la storia delle biciclette degli anni ’40 e ’50, nonché gli anni di Fausto Coppi (di cui qui viene allestito anche il busto) e di Gino Bartali". 

Difficile non notare anche le moderne biciclette da corsa e turismo, provenienti dai negozi di ciclo di Pesaro. A corredo, le opere “Campioni senza tempo” dell’artista internazionale Ido Erani. La mostra rimarrà aperto fino al 30 giugno. Orari di apertura: fino al 31 maggio, da martedì a giovedì (10-13), da venerdì a domenica e festivi (10-13;15,30-18,30); a giugno, da martedì a domenica e festivi (10-13/16,30-19,30). Gli interessati possono usufruire del biglietto cumulativo (unico) che comprende la visita a Casa Rossini, Musei Civici e Domus dell'Abbondanza.