Pesaro, 10 giugno 2018 - Secondo anno di fila per il Festival della Cucina Italiana a Pesaro (dal 14 al 17 giugno in Largo Aldo Moro): «Stiamo lavorando per ampliare l’appeal della città e intercettare grandi eventi nazionali. Ospitare ancora la manifestazione sta dentro la strategia», osserva Ricci, affiancato dall’organizzatrice Elsa Mazzolini e dall’assessore Luca Bartolucci. «Per l’edizione 2018 valorizziamo una location non abituale ma centrale, in un weekend che si preannuncia magico con l’esibizione delle Frecce Tricolori», rileva il sindaco.

Il Festival è dedicato a Rossini: «Nell'anno del 150esimo stiamo puntando sul progetto ‘Rossini gourmet’ per raccontare la personalità del genio. Il Festival mette la cucina di Rossini al centro: un tassello importante nel contesto delle celebrazioni». Sul futuro: «Ci auguriamo che il sodalizio tra il Festival e Pesaro prosegua a lungo. Intanto per il 2018 c’è un programma bellissimo, con un allestimento di livello. Un’occasione unica per gustare cibi prelibati e vivere la suggestione di Rossini».

Dice Mazzolini: «Pesaro offre tanto e il Festival (coordinato da LaMadia Travelfood, ndr) farà la sua parte. Sarà uno spaccato significativo dell’eccellenza enogastronomica nazionale. Porteremo esclusività, intrattenimento, show cooking. Insomma: tradizione da conservare e artigianalità da esaltare. Un ‘giardino’ di cose buone, con ingresso gratuito e prezzi bassi in rapporto alla qualità offerta. Ci concentreremo sulle passioni rossiniane: dai tortellini alla mortadella artigianale, passando per il salmone e il panettone dedicato». Gli chef dell’Accademia Nazionale Italcuochi, guidati da Gianfranco Vissani, prepareranno piatti tipici delle varie regioni, declinati secondo lo stile Rossini. I ristoratori proporranno ricette rossiniane nei locali. Nel corso del Festival numerosi sono i locali che “adotteranno” alcuni piatti dedicati al Maestro, a partire dello stellato Stefano Ciotti del Ristorante Nostrano di Pesaro che propone una rivisitazione dei maccheroni alla Rossini.
Domenica 17 giugno il Premio nazionale Galvanina (sei sezioni), che nelle passate edizioni ha annoverato nomi come Tonino Guerra, Gualtiero Marchesi e Carlo Cracco. Info e programma: www. festivaldellacucinaitaliana.it.