Il picnic agli Orti Giulii
Il picnic agli Orti Giulii

Pesaro 13 giugno 2020 – Che ne direste di trascorrere una tranquilla giornata primaverile – esattamente domenica 14 giugno – nella frescura degli Orti Giulii per un picnic in compagnia di Rossini? Un sogno che diventa realtà per celebrare il primo anno di vita del Museo Nazionale Rossini, recentemente riaperto al pubblico (gratuitamente fino al 30 giugno) dopo lo stop dovuto all’emergenza sanitaria.

L’appuntamento agli Orti Giulii - uno dei primi esempi ottocenteschi di parco pubblico in Italia – si estenderà anche a via Passeri, dove ha sede il museo dedicato al compositore, e al centro storico consentendo ai partecipanti di riappropriarsi delle vicende e dei luoghi della cultura simbolo della città della musica. Il programma, in pieno stile ottocentesco, prevede per gli ospiti all’aperto momenti di intrattenimento musicale, giochi dell’epoca, letture di autori del XIX secolo, artisti che dipingeranno en plein air mentre i fotografi consegneranno alla memoria le scene campestri.

Per vivere appieno lo splendido scenario degli Orti Giulii sarà opportuno indossare abbigliamento e accessori ottocenteschi. Tra i partecipanti al picnic un ospite speciale, Gioachino Rossini, che ogni ora inviterà i partecipanti in costume ad una passeggiata in corteo verso il Museo Nazionale Rossini e verso il Teatro Rossini lungo un percorso dedicato al Cigno di Pesaro.

Gli Orti Giuli ‘Un viaggio nel tempo alla riconquista degli spazi’, è un’iniziativa guidata dal tema ‘Ottocento’ promossa dal Museo Nazionale Rossini e dal Comune di Pesaro, con le associazioni 8cento© APS (Bologna), Musicae Amoeni Loci, i commercianti di via Passeri e la presenza del sindaco di Saludecio, dove ogni estate si svolge l’Ottocento Festival, Dilvo Polidori.

L’ingresso all’evento – che prevede un doppio turno, alle 11 fino alle 14 per il brunch e alle 15 fino alle 18 per la merenda - è gratuito fino a esaurimento dei posti con prenotazione obbligatoria allo 0721 1922156.

Per motivi organizzativi la partecipazione all’evento è pensata per gruppi di 6/8 persone ma tutta la cittadinanza è invitata; si potrà partecipare con un indumento o un accessorio di stile ottocentesco, da un tavolino di un locale all'aperto, visitando il museo o passeggiando lungo vie e vicoli del centro.

L’iniziativa coinvolge via Passeri con i suoi locali ma anche tutte le attività del centro storico che vorranno seguire il filo conduttore dell’evento, contribuendo in modo fantasioso all’effetto coreografico d’insieme.