La pizza Rossini, con uova sode e maionese (Fotoprint)
La pizza Rossini, con uova sode e maionese (Fotoprint)

Pesaro, 11 settembre 2019 - Si parte. Pochi giorni ancora e poi al via uno degli appuntamenti più attesi dell'anno. Intanto potete segnare nel calendario le date: 27,28 e 29 settembre. Saranno questi i giorni in cui prenderà vita, in piazza del Popolo, il 'Festival della pizza pesarese', quella meglio conosciuta come pizza Rossini, condita con uovo sodo e maionese. La seconda edizione sarà ricca di novità, a partire dal nuovo ed originale allestimento, che sarà, appunto, a forma di Rossini. Saranno tre giorni di festa dedicati alla pizza più amata dai pesaresi, con laboratori, spettacoli, concerti, e tanta animazione.

Quest’anno l’organizzazione dell’evento è stata affidata a Pesaro Parcheggi, con la collaborazione del partner tecnico Officine Creative Marchigiane che curerà la comunicazione del festival. “Entriamo a far parte dell’organizzazione - sottolinea Luca Pieri, l’amministratore unico di Pesaro Parcheggi- : un segno della serietà che in questi anni è stata investita negli eventi coordinati. Come dice il sindaco, la stagione non finisce mai, perché sono tante le iniziative che vengono offerte alla città”.

La presentazione dell'evento in Comune

Tra le novità un evento da record: domenica 29 settembre, verrà preparata “La Pizza più grande del mondo”, con circa 1000 uova e quintali di maionese. Confermata la gara “Il Divoratore“ (sabato 28), nonché la sfida tra chi riuscirà a mangiarsi più pizze con l’uovo sodo e la maionese in 30 minuti di tempo, vinta lo scorso anno da Iron Italiani (11 Rossini in mezz’ora).

“Confermiamo il concorso della “Miglior Rossini 2019”, con un format rinnovato – spiega Michel Bezziccheri, responsabile aziendale Pesaro Parcheggi -. Ci sarà la gara tra le pasticcerie per la colazione, quella della pizza al trancio per la merenda. In più, la sera, ci sarà la Miglior Rossini Home Made. Un concorso aperto anche a  tutti coloro che preparano la Rossini in modo amatoriale, anche a casa”. Le candidature possono essere inviate ad info@rossini.it entro il 18 settembre.

La gestione del food sarà interamente gestita dal vincitore della “Miglior Rossini” al piatto della scorsa edizione: il “C’era una volta”, con le sue gustosissime pizze Rossini e le sue varianti Rossiccia, Rossante, Margherita e Special PDM. Format che lo scorso anno ha visto trionfare anche Caffè Barrier (Miglior Rossini a colazione) e Pizzaburger (Miglior Rossini a merenda). Anche quest’anno, in piazza del Popolo, verrà allestito uno stand dove sarà possibile acquistare i gadget di uno degli eventi più attesi e golosi dell’anno.

“Verranno riproposte le t-shirt “I L’OV PS” – così Lorenzo Donzelli di OCM -. Officine Creative Marchigiane curerà la comunicazione e la grafica dell’evento: rispetto alla prima edizione abbiamo deciso di aggiungere soltanto una fettina di uovo sodo, che testimonia il secondo appuntamento”.

Un’iniziativa giovane, che lo scorso anno radunò, non solo in piazza, ma anche in tutto il centro storico, centinaia di visitatori.  “Nata nel 2018 – aggiunge Marco Perugini, presidente del Consiglio comunale – la prima edizione è stata un una grande sfida. Nonostante i tempi stretti vogliamo ripetere il successo dello scorso anno, che ha coinvolto non solo gli stand presenti in piazza, ma anche i ristoranti del centro storico. I pesaresi hanno risposto bene, quest’anno cerchiamo di coinvolgere anche gente da fuori città. Divertitevi e divertiamoci”. Anche quest’anno, ci sarà lo stand per chi è intollerante al glutine.

“L’idea del Festival - conclude il vicesindaco Daniele Vimini - è quella di valorizzare i piatti tipici della città e del territorio, per aggiungere con più forza la gastronomia e l’enogastronomia tra gli elementi di interesse. L’identità della Rossini non è un piatto né nazionale né internazionale: farlo conoscere anche fuori è la nostra sfida. Il Festival della pizza pesarese è un modo per raccontarci, per far capire a chi sceglie Pesaro che c’è un elemento di curiosità in più”. Tutte le info: www.larossini.it