Il tartufo bianco
Il tartufo bianco

Sant’Angelo in Vado (Pesaro Urbino), 11 ottobre 2019 - Una cerimonia d’apertura degna delle grandi occasioni  per la 56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato. Che domani, sabato 12 ottobre, prenderà il via a Sant'Angelo in Vado, con un taglio del nastro in notturna, ma paradossalmente più luminoso che mai. I weekend che interesseranno la manifestazione saranno, appunto, quello del 12 e 13 ottobre, poi 18, 19 e 20 ottobre e ancora quello del 26 e 27 ottobre, per terminare a novembre (sabato 2 e domenica 3).  

LEGGI ANCHE E' l'ora del tartufo, abbondante e di qualità - Tartufo, prezzo e dove andare a mangiarlo

Domani, al calar della notte, Piazza Umberto I, di recente oggetto di restyling (anch'essa dunque protagonista dell'inaugurazione), si accenderà con uno spettacolo di video proiezioni intenso quanto emozionante, dove tra giochi di luci e musiche, appariranno sulla facciata del municipio e sulle facciate dei palazzi laterali, immagini simbolo di Sant’Angelo in Vado: dal bosco alla Domus del Mito, dal centro storico alle chiese; il tutto con protagonista principale il Re della terra, il Tuber Magnatum Pico.

Videoproiezioni in piazza

Lo spettacolo inizierà intorno alle 19 (sarà poi riproposto anche domenica 13), quando nel cuore della cittadina, arriverà il consueto parterre di autorità per dare il via ufficiale alla mostra più antica della Regione Marche dedicata al tartufo. A guidare la delegazione sarà niente meno che Ettore Prandini, presidente nazionale Coldiretti, accompagnato dalla presidente regionale di Coldiretti, Maria Letizia Gardoni, e dal direttore Enzo Bottos. Annunciata la presenza anche del presidente della Regione Luca Ceriscioli e di diversi sindaci del territorio.

Corso Garibaldi

L’apertura degli stand, con i commercianti di tartufo posizionati lungo Corso Garibaldi e tutti gli altri nelle vie limitrofe, è prevista per le 15; mentre poco dopo prenderà il via una delle altre grandi novità dell’edizione 2019, ovvero “Al di là del Gusto”, un cubo sensoriale installato in Piazza Pio XII. Che per 4 week end darà la possibilità, entrandoci, di conoscere il mondo tartufo a 360°. L’iniziativa curata dalla Pro loco Tifernum Mataurense e denominata Arte al Cubo, prevede anche una mostra d’arte contemporanea e rientra nella 15^ edizione della Giornata del Contemporaneo, iniziativa per la promozione di questa forma d’arte indetta da Amaci– Associazione dei Musei d’arte contemporanea Italiani.

La tavola rotonda “Il tartufo: risorsa del territorio per una politica economica di sviluppo sostenibile”, prevista alle 14 nella sala del consiglio comunale, sarà il primo appuntamento ufficiale della giornata. Dove in calendario ci sono anche l’intitolazione della Piazzetta tra Via Maremma e Piazza Pio XII ad Abramo Ceccarelli (ore 17), fisarmonicista e compositore vadese, il concerto Viva l’Operetta (ore 21.30 Teatro Zuccari) a cura del coro polifonico Agostino Mercuri e la performance di Sara Loreni (già concorrente di X-Factor), prevista per le 21.30 in Piazza Pio XII e inserita sempre nel programma Arte al Cubo curato dalla Pro loco locale. Ovviamente poi ci sarà lui, sua maestà il tartufo bianco, esaltato nei tantissimi ristoranti e stuzzicherie del borgo.