Pesaro, 18 novembre 2018 – E’ scattata ufficialmente la “Torre Panoramica- mania”. Dalle 18 centinaia di persone hanno invaso piazzale della Libertà, in attesa del taglio del nastro per poter salire sull’attrazione e ammirare il panorama dall’alto.

TOR_35083762_220001


“Questa sarà una grande promozione della nostra città, è a costo zero per il Comune ma con grandissimo vantaggio per tutti– spiega Ricci –. Era una Torre destinata a Londra ma Massimo De Carlo ha deciso di investire qui a Pesaro, so già che piacerà tantissimo ai cittadini e richiamerà gente da fuori. Immagino anche, che quando sarà ora di toglierla ci sarà chi non vorrà: a questo proposito ho già chiesto all’imprenditore di pensare ad una Ruota Panoramica. A questo proposito lancio anche un hashtag: per postare le foto sui social useremo tutti #torrepesaro”.

LEGGI ANCHE Debutto sulle note di Rossini

image


Il freddo, la pioggia e il terremoto non hanno quindi rovinato la festa alla Torre. La famiglia Ragni è una delle prime a salire: “Bellissima esperienza – racconta il papà Francesco – veniamo da Castelfidardo, abbiamo letto che ci sarebbe stata l’inaugurazione e abbiamo voluto provare. Ne è valsa la pena”. Con loro anche Carmelo Pintaudi: “Fantastico, il panorama dall’alto è bellissimo”.

TORRE PANORAMICA_35053673_154628
Alta 75 metri e con una capienza di 58 posti, la torre rimarrà alla Palla di Pomodoro fino alla fine della prossima estate. Il viaggio dura in totale circa 10 minuti. L’anello, che con una leggera rotazione in senso antiorario gira su se stessa e verso l’altro, ci impiega circa tre minuti per salire e altrettanti per scendere.

Un viaggio esperienziale a 360 gradi accompagnato dalle musiche di Rossini: Gazza Ladra e Guglielmo Tell, il Rof ha selezionato alcuni brani del compositore scomparso esattamente 150 anni fa. Per ora il colore scelto sarà il blu, un omaggio all’Europa, ma a seconda dei periodi dell’anno si potrà cambiare. I prezzi: 9 euro per gli adulti, 6 per i bambini e sono previsti anche sconti per famiglie.