Le Conversazioni della Wunderkammer Orchestra da Cagli
Le Conversazioni della Wunderkammer Orchestra da Cagli

Cagli, 16 aprile 2021 – Chi ha paura della nuova musica? è il tema de “Le Conversazioni della WunderKammer Orchestra” dal “Salotto del Teatro di Cagli” (in diretta online sulla pagina Facebook della WKO e in differita dal canale YouTube) domenica 18 aprile alle ore 17. Ai musicisti Paolo Marzocchi, direttore artistico della WKO, e al pianista e docente del Conservatorio Rossini Mario Totaro, si aggiunge Sandro Pascucci, direttore dell’Istituzione Teatro Comunale di Cagli.

Si tratta del nuovo appuntamento del ciclo di conversazioni “Tra il 20 e il 21”, che rimanda alle esperienze musicali del secolo trascorso e a quello in cui stiamo vivendo. Ciclo organizzato dalla WunderKammer Orchestra (WKO) in collaborazione con Istituzione Teatro Comunale di Cagli e Assessorato Cultura Comune di Cagli . “Chi ha paura della nuova musica, che poi così nuova non è..?”, sottotitolo “La grande fuga (del pubblico)”, è un titolo ironico, emblematico tuttavia di un fenomeno iniziato qualche decennio fa che ha portato progressivamente a disertare le sale da concerto quando è programmata musica contemporanea.

In passato invece il pubblico ascoltava e seguiva la musica contemporanea. Mozart, Chopin, Haydn, Beethoven, Verdi, Puccini, tutti i musicisti, grandi e meno grandi, componevano e suonavano per un pubblico che gradiva e condivideva il loro repertorio. Poi qualcosa è successo, come se si fosse compromesso il rapporto fiduciario tra l’artista (compositore, ma anche esecutore) e il destinatario delle sue opere. Che è successo allora? Che musica si scrive oggi? Per che pubblico? Chi sono gli autori? Queste le domande che il compositore Mario Totaro porrà al pubblico collegato online per introdurre la conversazione.

Con lui interverranno, oltre a Paolo Marzocchi, compositore e direttore artistico della WKO, anche Sandro Pascucci, figura di intellettuale che ha vissuto la stagione delle ultime avanguardie del XX secolo, è laureato in Filosofia con una tesi sull’Estetica della Musica e ha seguito il corso triennale di Musica Elettronica presso il Conservatorio Rossini di Pesaro. Il successivo e ultimo appuntamento del ciclo “Tra il 20 e il 21” è domenica 2 maggio con “Primavera con Beethoven” (originariamente programmata per il 21 marzo), presentazione del libro “Invito all’ascolto di Beethoven” (Mursia 2020) di Guido Giannuzzi alla presenza dell’autore, in collaborazione con la Libreria Il Catalogo di Pesaro.