TIZIANA PETRELLI
Cronaca

A monsignor Trasarti le chiavi della città

Stasera il conferimento della cittadinanza onoraria alla San Francesco. Domenica l’ultima messa in Cattedrale e poi, il 9, l’arrivo del nuovo vescovo.

A monsignor Trasarti  le chiavi della città

A monsignor Trasarti le chiavi della città

di Tiziana Petrelli

Oggi la città di Fano rende omaggio al vescovo uscente Armando Trasarti, per il suo impegno e per le opere che ha messo in campo in questi suoi 16 anni di episcopato. Anni difficili (segnati dalla crisi economica, dalla pandemia, dalla crescita della povertà) in cui non solo ha guidato la comunità cristiana locale che gli era stata affidata dal suo ministero, ma si è impegnato anche a costruire una società più accogliente e solidale per tutti.

Per questo, Fano gli rende omaggio, e lo farà stasera alle 21 nell’ambito di un incontrospettacolo che è stato organizzato nell’ex chiesa di San Francesco, a contornare la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria attribuita a monsignor Trasarti dal sindaco di Fano Massimo Seri. Un momento di riconoscenza e di affetto da parte della città al suo amato vescovo a cui sono stati invitati tutti i sindaci delle città che compongono la diocesi di Fano Fossombrone Cagli e Pergola, una cerimonia che sarà allietata dai canti del Coro Polifonico Malatestiano.

"Monsignor Trasarti - afferma il sindaco Seri che per primo ha voluto riconoscere al vescovo uscente il merito di aver dato con il suo esempio, ulteriore prestigio alla nostra città - negli ultimi 16 anni è stato un punto di riferimento non solo religioso ma anche civile della nostra comunità. Con questo momento di festa vogliamo salutarlo, ringraziarlo e anche ripercorrere il suo cammino all’interno della Diocesi".

La motivazione che accompagnerà la consegna della pergamena a Trasarti, recità così: "Fano, in felice concordia di stimati sentimenti, conferisce a Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Armando Trasarti vescovo la cittadinanza onoraria per aver testimoniato l’irriducibile ma feconda tensione tra la ’Città di Dio’ e la ’Città dell’Uomo’ secondo la migliore e più illuminata tradizione del cattolicesimo sociale italiano".

Intanto però la città si prepara anche ad accogliere l’arrivo del suo nuovo vescovo: monsignor Andrea Andreozzi che il 18 giugno scorso ha ricevuto l’ordinazione episcopale, nella cattedrale di Fermo dall’arcivescovo Rocco Pennacchio, ricevendo la co-consacrazione anche dal suo predecessore Armando Trasarti. Si avvicina infatti a grandi passi il 9 luglio, la data in cui il vescovo Andreozzi prenderà ufficialmente possesso della Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola (alle 17 l’abbraccio civile al Pincio e poi alle 18 la sua prima celebrazione eucaristica da vescovo in Cattedrale) che gli è stata assegnata dal Santo padre, Papa Francesco il 3 maggio scorso.

In preparazione di ciò domenica 2 luglio, tutta la comunità cristiana è invitata alle 18 nella Cattedrale di Fano per la concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Trasarti, insieme al quale "renderemo grazie al Signore - si legge nell’invito della Diocesi - per gli anni in cui è stato in mezzo a noi sacramento di Gesù Buon Pastore".