Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Accoltellato, se ne accorge cinque ore dopo

E’ successo all’esterno della Baia Imperiale, ma lui, un ventenne russo, ha continuato a ballare fino alle 4, poi è andato a fare colazione

L’esterno della Baia Imperiale a Gabicce Monte (foto d’archivio)
L’esterno della Baia Imperiale a Gabicce Monte (foto d’archivio)
L’esterno della Baia Imperiale a Gabicce Monte (foto d’archivio)

E’ stato accoltellato al fianco intorno alla mezzanotte dell’altra sera. Si trovava all’esterno della discoteca discoteca Baia Imperiale di Gabicce monte. Ma non ha chiesto aiuto né ha chiamato i carabinieri che si trovavano all’ingresso del locale. Al contrario, un ventenne di nazionalità russa naturalizzato italiano, residente a Vallefoglia, è entrato nel locale insieme a degli amici ed ha ballato fino alle 4. Poi se n’è andato diretto col suo gruppo a far colazione. E solo intorno alle 5 di mattina, dopo aver mangiato, qualcuno si è accorto che stava perdendo sangue sotto l’ascella destra. E’ stato chiamato il 118 e il ventenne è stato portato in ospedale a Pesaro dove i medici si sono accorti che aveva una ferita compatibile con un’arma da taglio. Dalle radiografie, la punta della lama non sembra aver fatto danni ma sicuramente qualcuno ha sferrato la coltellata al giovane, il quale ricorda solo di essersi trovato in mezzo ad un gruppetto di giovani che non conosceva e di aver sentito qualcosa sotto il braccio ma senza farci caso. Invece era stato accoltellato. Perché, non è chiaro visto che il 20enne esclude di aver litigato con qualcuno. Ma ci sono stati alcuni fatti accaduti nella stessa sera. Un ragazzino minorenne dice di esser stato derubato di 20 euro da un tizio che gli aveva chiesto di cambiare i soldi mentre un altro ha detto e scritto sui social che gli hanno strappato una collanina mentre si trovava nel locale. Ha provato a guardare per rintracciare il responsabile ma senza riuscirci.

Episodi che potrebbero aver a che fare con l’accoltellamento. Infatti il giovane ferito (ne avrà per sette giorni) ricorda di esser stato circondato da un gruppetto di ragazzini che non conosceva così come è accaduto ai due giovani derubati che si sono trovati circondati da un gruppo sconosciuto. Probabilmente è una tecnica utilizzata da una banda che rapina o deruba circondando la vittima senza che questa abbia la prontezza di divincolarsi o l’istinto di difendere il portafogli o qualche oggetto di valore che può avere addosso.

Per questo, le indagini degli inquirenti potrebbero trovare aiuti e spunti dalle immagini registrate dalle telecamere esterne alla Baia Imperiale. Queste sono risultate spesso determinanti per risalire ai nomi di aggressori o picchiatori che avevano provocato feriti o danni ai frequentatori del locale. E’ indiscutibile che al ferita da taglio non è andata oltre qualche centimetro altrimenti le conseguenze per il 20enne di Vallefoglia sarebbero state ben più drammatiche.

ro.da.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?