"Il padre deve dare le regole, la madre accudire. Senza una di queste due figure i bambini rischiano di zoppicare andando avanti nella vita. Queste cose si studiano in psicoanalisi". Alla presentazione della proposta di legge sulla famiglia illustrata dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ieri era presente anche Carlo Ciccioli, lo stesso che era finito nella polvere per le sue dichiarazioni sulla denatalità e il rischio "di una sostituzione etnica". "Non possono esistere alternative al nucleo familiare ‘naturale’ – ha detto il capogruppo di Fdi – composto da un padre, da una madre e dai figli che hanno il diritto ad avere una famiglia così – spiega Ciccioli –. Ne va del concetto di educazione. Considerare altre forme è sbagliato".

Il primo firmatario della proposta di legge è Marco Ausili, consigliere regionale di Fd’I: "Questa proposta mercoledì compirà il suo primo passaggio formale nella IV Commissione Sanità. Il documento prevede 24 articoli e punta ad attivare contributi alle famiglie, quelle fragili in particolare, e per la natalità, nonché sostegni alla genitorialità". Previsti anche sgravi sugli asili nido.