Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Al Nuova Luce un “red carpet“ tutto urbinate

Domani sera la prima del film di Andrea Laquidara “Ritratto di donna in un paesaggio“. Le riprese tra la città ducale e la campagna

Il trailer ha già incuriosito in tanti sul web, domani sera finalmente l’attesa finirà e sarà proiettato in anteprima “Ritratto di donna in un paesaggio“, lungometraggio di Andrea Laquidara, interamente prodotto e girato a Urbino e nel territorio circostante. L’appuntamento è alle 21 al cinema Nuova Luce, alla presenza di cast, autori e produttori.

Il film racconta di Lise, dottoranda straniera giunta a Urbino per lavorare all’università, che gradualmente scopre e si appassiona all’idea che dietro la Gioconda si celi la donna urbinate Pacifica Brandani. Girando per Urbino, tra i suoi monumenti, i musei, la vita notturna, i suoi abitanti e le splendide colline circostanti, Lise scoprirà tanti misteri e riscoprirà anche sé stessa. Il film, realizzato da AB produzioni e Associazione La Ginestra, ha beneficiato del sostegno di Regione, comuni di Urbino e Isola del Piano, unioni montane del Metauro e di Catria e Nerone. "La scorsa estate abbiamo girato in location eccezionali – ci raccontano Andrea Laquidara e Angela Cervellieri, regista e aiuto regista –, da Badia Tedalda ai sotterranei di Palazzo Ducale, dagli oratori al cortile di Santa Chiara. Con la troupe abbiamo formato una famiglia affiatata, a cui si è aggiunta la protagonista Elisa Falconi, originaria di Sassocorvaro ma da tempo attrice in Francia, e una lunga serie di attori non professionisti e comparse locali. Ci hanno aiutato anche ragazzi dell’università e delle scuole di Urbino, per loro è stata un’emozionante esperienza sul campo, per noi una mano preziosa. Speriamo che il film possa promuovere il nostro territorio e siamo felici di offrire due anteprime gratuite alla città, ci teniamo a far tornare la gente in sala e creare dibattito".

Per chi non potrà domani è prevista infatti una seconda proiezione al cinema Ducale il 21 maggio alle ore 18. Poi, a settembre, l’uscita regolare nelle sale.

Giovanni Volponi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?