Alfieri? Forse resta. Senigagliesi in partenza

Il centrocampista è tornato alla casa madre Benevento, ma il ds dice: "Lo aspettiamo fino alla fine"

Alfieri? Forse resta. Senigagliesi in partenza

Alfieri? Forse resta. Senigagliesi in partenza

Otto giocatori confermati, un nuovo acquisto (e che acquisto…), senza dimenticare ovviamente tutto lo staff tecnico che continuerà a lavorare con il coordinamento di Giovanni Pagliari. Non sono molte le Società di "C" che, in vista della prossima stagione, hanno un "work in progress" in stato così avanzato anche perché, quasi terminati i rinnovi con l’annunciata firma di Peretti, altri giocatori sembrano in dirittura d’arrivo. In più c’è sempre Alfieri in stand-by: tornato alla "casa-madre" Benevento, il giovane centrocampista non ancora ventunenne, intanto partirà in ritiro con la compagine sannita che pare intenzionata a puntare forte su di lui e successivamente verranno fatte le opportune valutazioni: "Nei prossimi giorni mi incontrerò con il Direttore Tecnico Marcello Carli – ci dice il ds Cianni – e faremo il punto della situazione. Non è da escludere che si ritenga vantaggioso, per la crescita ulteriore del ragazzo, un’altra stagione con noi. Posso dire solo che lo aspetteremo fino a 5’ dal gong di chiusura del mercato". Nel frattempo, ovviamente, si sta cercando un paio di profili che verranno affiancati a Raparo e Morrone: "Non dimentichiamo che quest’ultimo, essendo un 2000, non sarà più un under ed è un aspetto che non possiamo trascurare. Quindi a centrocampo, linea preferenziale per i giovani ed anche, ovviamente, per gente che corre".

Si stanno monitorando ragazzi che provengono dai vivai di club professionistici: il ruolo è particolarmente delicato ed i margini di errore sono, come sempre e più di sempre, ridottissimi. "Nomi, al momento – prosegue il ds – è impossibile farli. Diciamo che c’è una rosa di calciatori piuttosto ampia ma che cerchiamo, piano piano, di restringere per trovare i profili giusti". Discorso a parte invece per l’esterno offensivo Luca Senigagliesi che dopo sette stagioni intensissime, con 175 presenze e 17 reti, potrebbe lasciare la squadra giallorossa per testare, legittimamente, un’esperienza diversa in un’altra piazza. Su di lui si sarebbero concentrate le attenzioni di un paio di squadre, sempre di C: "Con Luca tra l’altro – aggiunge il ds – c’è davvero un rapporto forte e particolare se penso che è l’unico con il quale ho giocato insieme nell’ultimo anno della mia carriera quando io ero agli sgoccioli e lui aveva appena 18 anni (era l’inizio della stagione 201617 ndr). Il suo desiderio è assolutamente comprensibile e vedremo di trovare insieme la soluzione più idonea".

Un’ultima considerazione: le trattative con le società più blasonate appaiono in parte agevolate dalla stima sempre maggiore di cui sembra godere la Recanatese che ormai ha acquisito una "patente" di serietà ed affidabilità e sono fattori dal valore incalcolabile.

Andrea Verdolini