Il nuovo prefetto Tommaso Ricciardi, affiancato dal vicesindaco Daniele Vimini, accompagnato da un bel gruppo di autorità e valenti rappresentanti cittadini, cicerone d’eccezione la ex soprintendente Maria Rosaria Valazzi, ha ufficialmente inaugurato ieri mattina l’itinerario storico, culturale e turistico attraverso gli ambienti del Palazzo Ducale pesarese: il Salone Metaurense, la Loggia del Genga, le altre sale di rappresentanza con i loro dipinti e arredi della collezione Mosca, i...

Il nuovo prefetto Tommaso Ricciardi, affiancato dal vicesindaco Daniele Vimini, accompagnato da un bel gruppo di autorità e valenti rappresentanti cittadini, cicerone d’eccezione la ex soprintendente Maria Rosaria Valazzi, ha ufficialmente inaugurato ieri mattina l’itinerario storico, culturale e turistico attraverso gli ambienti del Palazzo Ducale pesarese: il Salone Metaurense, la Loggia del Genga, le altre sale di rappresentanza con i loro dipinti e arredi della collezione Mosca, i pregiati mobili d’epoca messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro che hanno ulteriormente impreziosito le magnifiche sale rinascimentali, il Cortile d’Onore, il Cortile della Caccia e il Giardino Segreto che arricchiscono il palazzo. Da domani, il "tracciato" inaugurato ieri sarà disponibile per la cittadinanza con visite organizzate dall’associazione Sistema Museo: domani mattina alle 10 (durata 1 ora e mezzo), sarà la volta della prima comitiva del nuovo ciclo di visite affidate alla competenza e alla preparazione di guide specialistiche. Poi le visite (45 minuti dalle ore 16 alle 16,45) saranno possibili anche nelle giornate di martedì e giovedì, con prenotazione entro il giorno precedente visti i posti limitati.

Le visite a Palazzo Ducale saranno gratuite rientrando nel biglietto unico di Pesaro Musei valido per i Musei Civici, il Museo Rossini, Casa Rossini, Area Archeologica di via dell’Abbondanza. Con un leggero colpo d’ala verso un futuro possibile, sia il prefetto Ricciardi che il vicesindaco Vimini hanno ipotizzato e augurato che, col tempo, le visite agli augusti luoghi della residenza signorile (nel senso delle antiche signorie) potrebbero essere allietate anche da "accompagnamenti musicali" degli allievi del Conservatorio Rossini. Auspicabile, ma tuttavia è meglio andare passo dopo passo, rallegrandoci, per ora, di questa nuova voglia d’apertura che ha visto insieme Prefettura, Comune, Demanio e Soprintendenza.

Fare entrare non significa completamente aprire, ma è anche vero che per entrare qualcosa deve essere aperto. La strada è giusta."Il prefetto Ricciardi, da pochissimo insediatosi a Pesaro – dice una nota – si è detto entusiasta dell’iniziativa che, promuovendo uno dei beni artistici più importanti della città di Pesaro, avrà sicuramente positive ricadute anche sul piano turistico". Da domani lo sapremo. Informazioni per le visite 0721 387541 – 11922156; palazzoducale@pesaromusei.it; www.pesaromusei.it.

f.b.