Alex Gabellini e Cinzia Gessi dell'associazione Strada San Germano con la piccola Matilde
Alex Gabellini e Cinzia Gessi dell'associazione Strada San Germano con la piccola Matilde

San Germano (Pesaro Urbino), 22 maggio 2020 - La natura è vità, l'albero simbolo universale della vita e della rinascita: la forza di un seme che si prende il suo tempo per germogliare, crescere e fiorire. "E quanta forza ci può essere allora in un intero arboreto? E quale momento migliore di questo, post lockdown, per lanciare un messaggio forte di 'resurrezione'?", si sono chiesti Alex Gabellini e la moglie Cinzia Gessi dell'Associazione culturale Strada San Germano, ed è nata l'idea: creare un arboreto di 250 esemplari nel loro terreno, tra Case Bruciate e Babbucce nel comune di Tavullia. Il progetto ha preso vita grazie a tanti amici e a una piattaforma di crowdfunding: fino al 27 maggio chiunque potrà acquistare un albero da piantumare e poi vederlo crescere. Sono state identificate una quindicina di varietà di piante, già presenti sulle colline marchigiane per far crescere negli anni una nuova proposta ludico-educativa e sensoriale per bambini, famiglie e scuole.

L'arboreto da 250 alberi a San Germano

L’arboreto avrà la forma di spirale che rappresenta il movimento infinito della vita. Parte dal centro per andare verso l’esterno, verso "un qualcosa che dovrebbe terminare ma che in realtà non termina mai", spiega Alex Gabellini. Ogni albero poi avrà una casetta per uccelli con inciso il nome scelto dal donatore e lo si potrà dedicare anche ad una persona cara, un fidanzato, un bambino o altro.

Un'idea insolita, maturata durante l'isolamento: "Eravamo fermi, come tutti, niente più visite didattiche con le scuole – continua Alex -. L'idea ci è venuta semplicemente guardando lo spazio vuoto. A mio avviso è un gesto rivoluzionario, di amore e di speranza. Al momento siamo a 130 alberi acquistati. Due scuole hanno già acquistato il loro. Poi c'è chi lo ha scelto per il proprio figlio, per un amore, per ricordare una data particolare".

Nella prima fase verranno piantumati noci, tigli, robinie, mandorli, noccioli, gelsi, alberi del miele. Saranno piante di 2 o 3 anni di vita e avranno un costo variabile tra 15 e 30 euro l’una. E' possibile acquistarne una o più di una attraverso l'apposita piattaforma green (https://www.eppela.com/it/projects/27778-arboreto-san-germano), oppure, per chi ha meno dimestichezza con la tecnologia, contattando direttamente l'associazione attraverso Facebook (Associazione culturale Strada San Germano).

Daniela Battistini