Arrivi dimezzati, gli americani ci hanno tradito Alla costa adriatica ora preferiscono la Grecia

Arrivi dimezzati, gli americani ci hanno tradito  Alla costa adriatica ora preferiscono la Grecia
Arrivi dimezzati, gli americani ci hanno tradito Alla costa adriatica ora preferiscono la Grecia

Quanto valgono cinquecento turisti americani? Come poco meno di 1500 italiani come capacità di spesa. E circa cinquecento americani sono quelli che verranno a mancare durante tutto l’arco della stagione. Perché le navette da crociera che entreranno in porto sono diminuite. Anzi per dirla tutta sono dimezzate. E’ il lato negativo negativo di questa stagione che sta per partire. E la notizia è arrivata con il primo arrivo in porto della motonave "Artemis" con una cinquantina di americani a bordo che hanno sostato in città, prima di riprendere il mare per altri scali dell’Adriatico. Tutte persone americane – molti reduci di guerra – che nei due giorni pesaresi si muovono con i pullman per andare a visitare oltre San Marino, anche Urbino per poi concludere il tour nei negozi del centro della città.

"E tutti quanti quando rientrano a bordo hanno in mano regolarmente il loro pacchetto con dentro qualcosa, souvenir compresi – dice Paolo Gorini titolare della Gomo Tours che da anni fa ‘atterrare’ queste piccole navi da crociera nel nostro porto –. Rispetto allo scorso anno la compagnia che organizza queste vacanze ha dimezzato gli arrivi. Ma non è una questione che riguarda Pesaro, ma l’Italia in generale perché hanno deciso di cambiare itinerari guardando più la Grecia con le sue isole.

"Cosa posso dire? Speriamo che cambino idea, ma per quest’anno va così per cui invece di una ventina di attracchi ne avremo una decina". Ad una media di 50 passeggeri alla volta, nella sostanza si passa da 1000 turisti a 500.

Dal primi giorni di luglio invece torna il traghetto veloce per le isole della Croazia. Un servizio che ha avuto grande successo anche perché lo scalo cittadino dà molti meno problemi logistici rispetto ai grandi porti compreso quello di Ancona. L’imbarcazione è quella dello scorso anno e cioè il Nautilus che nel corso del 2022 ha lavorato molto bene. In totale il traghetto veloce organizzato dalla Gomo Tours effettuerà oltre una trentina di corse verso l’altra sponda dell’Adriatico e come primo attracco avrà l’isola di Lussino. L’ultima corsa del Nautilus è stata messa in calendario per il 3 di settembre. Per chi vuole fare una toccata e fuga: si parte alle 8 e si rientra in porto alle 22.